E’ Francesco Gattus il primo ad aver presentato domanda per i buoni viaggio, che consentono di abbattere il costo dei trasporti in taxi - o in auto a noleggio con conducente - per persone con fragilità. Gattus è vicepresidente dell’associazione italiana Sclerosi Multipla, sezione di Ferrara. Ieri mattina l’assessore Cristina Coletti lo ha incontrato e gli ha consegnato personalmente il primo carnet erogato di buoni-trasporto. "E’ una bella e utile iniziativa - ha detto Gattus -. Siamo persone immunodepresse ed è molto meno rischioso per noi prendere un taxi attrezzato evitando assembramenti. Inoltre, in questo modo, si dà anche un sostegno concreto a categorie fortemente penalizzate, sotto il profilo lavorativo, da chiusure e restrizioni. Poiché ritengo che sia fondamentale promuovere le tante iniziative di sostegno, mi attiverò anche personalmente per comunicare questa nuova opportunità alle persone con fragilità che, soprattutto in questo periodo, necessitano di un sostegno e un’attenzione particolare". I buoni viaggio sono utilizzabili nella misura pari al 50% dell’ammontare del costo del percorso, per una somma non superiore a 20 euro per ogni tratta e per un valore complessivo non superiore a 300 euro per ciascun assegnatario. "Ad ora hanno aderito circa 53 taxi ma - spiega l’assessore Coletti - la convenzione è rimasta aperta per dare la possibilità anche ad altri operatori di potersi unire". Per informazioni è possibile telefonare al numero 334 1016433.

re. fe.