Impianti hi-tech, la svolta. Translink supporta Incico

L’azienda ferrarese leader nella progettazione di strumenti di nuova generazione entra nell’operazione Cogenera. Nasce un gruppo con un fatturato di 20 milioni.

Impianti hi-tech, la svolta. Translink supporta Incico

Impianti hi-tech, la svolta. Translink supporta Incico

Incico, azienda ferrarese tra i principali players in Italia per la progettazione di impianti industriali e di nuova generazione, annuncia l’ingresso nella compagine sociale di Cogenera srl, società di progettazione con sede a Castenedolo (in provincia di Brescia) specializzata nell’ambito degli impianti per edifici hi-tech con un focus sull’efficientamento energetico. Translink Italy, con un team guidato dal Ceo Matteo Paggi, ha agito in qualità di advisor finanziario dell’operazione per conto di Incico.

La scelta di puntare su Cogenera rientra nella strategia di medio-lungo periodo di Incico, guidata dai soci di riferimento Olivier Severini e Giovanni Monini, volta ad accrescere l’expertise aziendale nel comparto delle energie rinnovabili e della sostenibilità ambientale, grazie a sinergie mirate con realtà affermate nel settore. Grazie all’ingresso di Cogenera, Incico segna un nuovo passo nella sua tabella di marcia per diventare un player di livello internazionale nell’ambito dell’ingegneria sostenibile con sedi operative in Italia, India e Medio oriente. Sul fronte del bilancio, il gruppo potrà contare su un fatturato complessivo di venti milioni di euro e oltre 250 ingegneri specializzati.

Il gruppo seguirà una strategia che unisce il know-how e l’esperienza conseguita dalle due realtà in Italia, con una vision e una prospettiva di sviluppo di stampo globale. Incico porterà infatti in dote le proprie competenze a livello internazionale, testimoniate dagli oltre duecento progetti realizzati negli ultimi vent’anni in cinquanta Paesi nel mondo. Il know-how di Cogenera sul fronte della consulenza e degli studi di fattibilità per grandi centrali tecnologiche nel settore pubblico e privato in un’ottica di efficientamento energetico, consentirà inoltre di creare un hub integrato e multidisciplinare in grado di affrontare le nuove sfide per impianti di nuova generazione.

L’ amministratore delegato di Incico Oliver Severini, ha sottolineato come "l’operazione di oggi confermi la nostra volontà di creare un campione nazionale che possa offrire una consulenza a 360 gradi nella progettazione di soluzioni ingegneristiche sostenibili e altamente avanzate. Cogenera – prosegue – è una realtà che si sposa alla perfezione con la nostra filosofia e metodologia di lavoro, grazie al suo approccio multidisciplinare e improntato al rispetto dell’ambiente che ha dimostrato nei progetti realizzati su tutto il territorio nazionale".

Matteo Paggi, Ceo di Translink Italy, ha dichiarato: "Siamo felici di aver supportato Incico in un’operazione che unisce due campioni nel settore dell’ingegneria sostenibile per creare un grande player nazionale. La finalizzazione del deal è stata possibile grazie all’impegno e alla disponibilità di tutte le parti coinvolte, che si sono spese per la buona riuscita dell’operazione".

Translink Corporate Finance è un gruppo multinazionale dedicato ai servizi di consulenza in materia di finanza aziendale, operativo dal 1972 e presente con oltre 600 esperti in 35 uffici distribuiti tra Africa, Americhe, Asia ed Europa. Grazie alla sua presenza internazionale, Translink è specializzata in operazioni mid-market che coinvolgono società di diversi paesi. Negli ultimi dodici mesi, Translink è stato consulente in oltre cento progetti di M&A.

Translink Italy fornisce servizi di consulenza per operazioni di Corporate Finance (M&A, debito, fundraising, consulenza strategica e quotazioni in borsa) grazie a un team che ha maturato esperienze articolate e multidisciplinari in alcune delle realtà più importanti a livello nazionale ed internazionale.