Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
10 mag 2022

Incastrato nel macchinario: è grave

Un operaio di 41 anni è rimasto ferito mentre lavorava. Portato in ospedale, rischia l’amputazione di un braccio

10 mag 2022
federico malavasi
Cronaca

di Federico Malavasi

Un turno di lavoro come tanti, trasformato in un dramma nell’arco di una frazione di secondo. Un operaio stava lavorando a un macchinario quando, all’improvviso, si è ritrovato con un braccio intrappolato nella stretta d’acciaio dell’utensile. Una scena da far gelare il sangue quella che si sono trovati davanti agli occhi prima i colleghi che hanno dato l’allarme e poi i soccorritori, giunti sul posto poco dopo la chiamata. Il tutto è accaduto ieri sera alla Remix di via Brunelleschi, a Ostellato, azienda che realizza prodotti per la ceramica. Erano circa le 21 quando, per cause ancora in corso di accertamento da parte di carabinieri e Ausl, il lavoratore è rimasto gravemente ferito al braccio sinistro. Stando alle prime ricostruzioni, l’uomo – un 41enne comacchiese – si è ritrovato con l’arto intrappolato all’interno della macchina utensile che stava utilizzando. Accortisi dell’accaduto, alcuni presenti hanno dato l’allarme al 118, cercando al contempo, in quegli istanti concitati, di venire in aiuto come possibile al collega. Nell’arco di pochi minuti, allo stabilimento di via Brunelleschi sono arrivati i sanitari del 118, i carabinieri di Portomaggiore e di Ostellato e il personale del Servizio prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro dell’Ausl di Ferrara. A Ostellato è atterrato anche l’elisoccorso.

Dopo aver liberato il 41enne dalla morsa del macchinario che gli ha dilaniato il braccio, i sanitari gli hanno prestato le prime cure per poi caricarlo in elicottero e trasportarlo all’ospedale Maggiore di Bologna, dove si trova tuttora ricoverato. Le sue condizioni sono gravi anche se, a quanto si apprende, non sarebbe in pericolo di vita. La macchina gli ha però creato serie lesioni all’arto, al punto che ora rischia l’amputazione.

Sul posto, conclusi i soccorsi, sono rimasti i carabinieri e il personale dell’azienda Usl, al fine di portare a termine tutti gli accertamenti relativi all’accaduto. In particolare, verranno svolte le verifiche finalizzate a ricostruire in ogni suo dettaglio la dinamica del grave infortunio e a stabilirne le esatte cause, senza tralasciare alcun aspetto, anche dal punto di vista della sicurezza sui luoghi di lavoro.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?