"Infrastrutture, un’occasione per crescere"

"Infrastrutture, un’occasione per crescere"

"Infrastrutture, un’occasione per crescere"

"Abbiamo gli strumenti e le risorse per creare una buona mobilità, investendo sulla sostenibilità e sbloccando opere attese da vent’anni anni, condivise con i territori e tutte le forze sociali". Così Giorgio Guberti, presidente della Camera di commercio di Ferrara e Ravenna, a margine dell’incontro sullo sviluppo delle infrastrutture che si è tenuto nei giorni scorsi, alla presenza dei rappresentanti istituzionali e dei vertici delle associazioni di categoria delle due province, su iniziativa della Camera di commercio, con il coordinamento di Unioncamere Emilia-Romagna e il supporto scientifico di Uniontrasporti.

L’obiettivo è favorire l’animazione territoriale ed il confronto costruttivo intorno alle opere di interesse e raccogliendo tutti gli elementi utili alla individuazione delle priorità infrastrutturali ritenute strategiche per il sistema delle imprese. "Non esiste territorio moderno e competitivo – ha proseguito Guberti – che non punti oggi su infrastrutture nuove, sostenibili e in grado di spostare flussi dalla strada alla ferrovia, velocizzando gli spostamenti e garantendo tempi rapidi di arrivo sui mercati a partire dai collegamenti con i principali porti e aeroporti europei. Mi riferisco, in particolare, alla messa in sicurezza ed al miglioramento della Superstrada Ferrara-Mare, della Strada Statale 3bis ‘Tiberina’ (E45), nel tratto romagnolo di 88 chilometri che collega in direzione nord-sud la provincia di Ravenna alla provincia di Forlì-Cesena, e della Strada Statale 309 Romea. Così come prioritaria è l’attivazione della Zona Logistica Semplificata, un grande piano per la movimentazione integrata delle merci che permetterà il pieno sviluppo del sistema logistico, economico e produttivo di tutto il territorio regionale, con particolare attenzione al porto di Ravenna, il cuore pulsante di tutto il sistema".