Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
3 lug 2022
3 lug 2022

La batteria, una storia tutta italiana Bandini si racconta allo ’Spirito’

Mina si riferì a lui nel disco ’Ti conosco mascherina’. Parole e note questa sera. nel locale di Vigarano Mainarda

3 lug 2022

Questa sera allo Spirito di Vigarano Mainarda va in scena l’Elliade, la performance ‘one man band’ di Ellade Bandini. Sarà l’occasione per conoscere a fondo un personaggio che partendo dalle sale da ballo della provincia ferrarese è riuscito ad arrivare alle vette più significative dell’Olimpo musicale italiano. Oggi, a 76 anni, è considerato "la storia della batteria italiana". La grande Mina nel disco Ti conosco mascherina lo presenta così: "Ellade Guru Bandini". Ha partecipato in oltre mille 33 giri. "Sarò solo sul palco dello Spirito – racconta il batterista – con la mia batteria e la mia storia. Non sarà un film e nemmeno una fiction televisiva né tantomeno un libro, anche se potrebbe esserlo. Se così fosse, si chiamerebbe Elliade". All’età di 4 anni riceve come regalo di Natale una batteria giocattolo: da qui comincia il suo interesse verso lo strumento, che continua poi intorno ai 15 anni con alcune lezioni presso il maestro Roul Ferretti. Cerca di assimilare i principali “trucchi del mestiere” guardando il batterista Giorgio Zanella, mentre la carriera vera e propria la inizia a 17 anni, suonando a livello professionale con alcune orchestre in sale da ballo e night club di tutta Italia: è in una di queste orchestre, quella del maestro Ugo Orsatti, che Bandini suona per la prima volta con il bassista Ares Tavolazzi. La sua carriera di batterista prosegue suonando per la cantante Carmen Villani, nel gruppo beat Avengers. Alcuni cambiamenti nel gruppo lo fanno incontrare con il giovane pianista e arrangiatore Vince Tempera. Diviene un turnista molto richiesto, suonando in alcuni 45 giri di successo di quegli anni, come Io mi fermo qui di Donatello, Viaggio di un poeta e Vendo casa dei Dik Dik, Ancora ancora ancora di Mina. Nel 1969 con Tavolazzi e Tempera forma i The Pleasure Machine ed inizia con loro la collaborazione con Francesco Guccini. Ha suonato 5 anni nella formazione più prestigiosa di Paolo Conte, e per 15 anni, fino al ‘99, è stato a fianco di Fabrizio De André. Dal 1999 fa parte della “Drummeria”, formata da altri quattro batteristi. L’appuntamento alle 20 (aperitivo e cena). Info sul sito www.ilgruppodeidieci.com.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?