Quotidiano Nazionale logo
1 giu 2021

"La falconeria, un inno alla libertà"

Giovanni Granati è uno dei tre protagonisti di ’Overland Movie’, il film in corsa al Ferrara Film Festival

Giovanni Granati, falconiere abruzzese, è ormai un volto noto in tv e sui social per il suo rapporto con i rapaci
Giovanni Granati, falconiere abruzzese, è ormai un volto noto in tv e sui social per il suo rapporto con i rapaci
Giovanni Granati, falconiere abruzzese, è ormai un volto noto in tv e sui social per il suo rapporto con i rapaci

di Laura Guerra FERRARA "Quando un falco viene liberato continua ad avere una connessione con l’uomo ma in qualsiasi momento può decidere di riprendersi la libertà. Ci insegna che anche l’uomo può fare questa scelta". Un’arte antica quella del falconiere abruzzese Giovanni Granati, volto noto in tv e sui social per i suoi wild concert e le suggestive passeggiate nella zona di Civitella del Tronto, ma anche per essere uno dei tre protagonisti di Overland Movie, pellicola in lizza per il Dragone d’oro del Ferrara Film Festival. In anteprima europea il 3 giugno all’Apollo, la pellicola firmata da Helisabeth Haviland James e Revere La Noue era stata presentata al Santa Barbara Film International in California. "E’ il primo vero documentario internazionale sull’arte della falconeria – racconta Granati - ma non è solo questo. E’ la storia di tre personaggi in contrasto con i principi della società moderna, in sofferenza verso una società che mette dei vincoli a quella che invece è la libertà". Girato in quattro continenti racconta le storie di tre falconieri che lottano per proteggere la loro antica tradizione e il legame più profondo con la natura selvaggia, portando in luoghi remoti e mostrando il volo di aquile e falchi che palpita di libertà, coraggio, avventura. "La mia parte è particolare: oltre a trattare la storia medievale e collegarsi con la figura di Federico II di Svevia portando lo spettatore in diversi luoghi Italiani, c’è anche una relazione diretta con mio figlio – racconta – un dualismo che il regista ha voluto esaltare anche per raccontare il rapporto tra Federico e il primogenito Manfredi. Un film capace di abbracciare tutto il mondo, da Roma agli Emirati, la falconeria, la sua evoluzione e le tante sfaccettature parlando di filosofia, di vita, di natura". Un film che si pone obiettivi importanti. "Quando ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?