Quotidiano Nazionale logo
25 apr 2022

"La nostra comunità ancora ferita Grande vicinanza alla famiglia"

Profondamente addolorato il sindaco Baldini. Tanti i messaggi degli amici in queste drammatiche ore

Un’altra giovane vita recisa, un’altra croce piantata lungo i bordi di una strada. La notte scorsa questo tragico destino ha di nuovo colpito una famiglia di Argenta, quella di Desire Baldi, 19 anni compiuti da qualche giorno il 21 aprile. Si è diffusa in una manciata di ore la notizia della sua morte, avvenuta in un incidente lungo la Statale 16, alle porte della località di Camerlona, poco distante da Mezzano di Ravenna, dove abita il padre, originario comunque di Argenta. L’intera comunità incredula, attonita, si è simbolicamente stretta in un abbraccio attorno al dolore dei genitori, in particolare della mamma, che di origini domenicane abita invece ad Argenta con una seconda figlia. A loro sono stati rivolti messaggi di cordoglio ed affetto che sono stati postati sui social. A ricordare la ragazza sono soprattutto quelli della sua età, gli amici, i compagni di scuola. La piangono tanti giovani di Ravenna. Desire era infatti iscritta all’istituto d’arte romagnolo. Studenti che manifestano tutto il loro "sconforto" ma anche "eterno affetto". Con una promessa: "Vivrai sempre nei nostri cuori: riposa in pace". E che tra l’altro ora pregano affinchè anche gli altri amici coinvolti nell’incidente, e rimasti gravemente feriti, ce la facciano. Al volante dell’auto, una C3, pare ci fosse l’amica del cuore. Chi la conosceva parla di Desire come di una "brava ragazza: sempre disponibile, allegra, con cui si stava bene in compagnia". Profondamente colpito da questa disgrazia anche il sindaco Andrea Baldini. Che, particolarmente scosso, manifesta così tutta la sua commozione: "È l’ennesima tragedia che spezza una giovane vita, e che colpisce la nostra comunità. Siamo vicini alla famiglia". Tornano alla mente le recenti morti sulla tristemente nota Via Matteotti. Tra le vittime Paola Carrozza, Maria Sibilio, Gevi Muhaj, che si sono schiantati in due distinti incidenti contro lo stesso platano, uno dei tantissimi che costeggiano la strada.

Nando Magnani

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?