Quotidiano Nazionale logo
28 apr 2022

La Regione in campo per l’anguilla Oltre due milioni per salvarla

Viale Aldo Moro punta ad evitare l’estinzione con interventi legati al progetto europeo ’Life biodiversità’

Oltre due milioni di euro per potenziare le attività di bonifica e di irrigazione: consolidamento degli argini, messa in sicurezza dei canali e potenziamento della rete idrica. Impegno concreto poi a tutela dell’anguilla, specie ritenuta a rischio estinzione. È arrivato il via libera da parte della commissione Politiche economiche della Regione, presieduta da Manuela Rontini, riguardo il programma triennale 2022-2024 sugli interventi di bonifica e irrigazione collegati al progetto Lifeel, finanziato dalla Comunità Europea con lo strumento ‘LIFE Biodiversità’ e che punta alla conservazione dell’anguilla europea. Tra gli obiettivi che si pone, il miglioramento del reticolo idrografico per garantire la più libera migrazione possibile dell’anguilla; la salvaguardia dei soggetti adulti potenziali riproduttori selvatici, garantendone il ritorno al mare; la sensibilizzazione, il coinvolgimento e momenti di formazione vera e propria al fine di arginare i pericoli per l’animale. Nei mesi scorsi, diversi esemplari sono stati liberati sulla costa comacchiese per avviarli alla riproduzione, dotandoli di marchi esterni per monitorare il loro viaggio: un’attività allestita dal personale dell’Università di Ferrara in collaborazione con quello dei Parchi Regionali del Delta del Po. Riguardo l’impegno messo in campo dalla Regione, è assolutamente positivo il commento del consigliere regionale del Pd, Marco Fabbri: "Questo è il giusto approccio per affrontare temi complessi come, ad esempio, la tutela dell’anguilla". Giudizio positivo è stato espresso anche da Matteo Daffadà (Pd).

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?