Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

La Zappata e il binomio apprendimento-natura Prende il via il progetto didattico ‘aula verde’!

Nel cortile della nostra scuola media, verrà creato uno spazio interessante e coinvolgente, adatto all’apprendimento e all’osservazione pratica, utile a stimolare lo studio, la creatività, stando a contatto con la natura. In estate si potrà utilizzare quest’area per realizzare progetti legati all’ambiente e potenziare abilità linguistiche e logico matematiche. Questo nuovo metodo di fare scuola combina il divertimento, il sentirsi parte integrante con la natura, l’apprendimento in movimento e all’aperto, dal momento che spesso noi alunni lamentiamo la staticità degli ambienti scolastici, rigidamente fissati a cause delle normative Covid. Con la pandemia, i luoghi chiusi, come le classi, hanno mostrato le loro criticità: mascherina, distanziamento, alunni fermi ai banchi sono solo alcuni degli aspetti conseguenti alle disposizioni di sicurezza, entrate in vigore per contrastare il virus. Attraverso l’aula verde molti saranno i benefici per noi, per esempio una maggiore concentrazione, la conoscenza, il rispetto dell’ambiente e la possibilità di respirare aria fresca. Questo ci porterà a riassaporare il gusto della libertà e dello stare insieme senza troppi vincoli. Per noi è stato difficile abituarci a questo nuovo approccio didattico: le mascherine, l’impossibilità di avere un compagno di banco, non potersi alzare durante la ricreazione, riducendo anche i viaggi scolastici.

In queste settimane, abbiamo visto prendere vita ‘l’aula’, a partire dagli scavi, per poi arrivare alla pavimentazione in mattonelle rosse, di gomma riciclata. Il materiale è drenante, con superficie antisdrucciolo, resistente all’usura e alle condizioni climatiche. La copertura sarà costituita da un telo a vela. Gli arredi previsti sono panche e tavoli in legno e acciaio.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?