Quotidiano Nazionale logo
1 mag 2022

Lavori post-sisma: apre le porte ai fedeli la chiesa della Madonnina

Oggi, alle 18, la solenne celebrazione presieduta dall’arcivescovo Perego

Dopo la presentazione dei lavori di restauro post-sisma avvenuta il 22 febbraio scorso, a partire da oggi, nella ricorrenza della festa dei lavoratori, la chiesa parrocchiale della Visitazione della Beata Vergine Maria, detta della Madonnina (l’edificio sacro si trova in piazzetta Giorgio Franceschini) riaprirà ufficialmente al culto con una solenne celebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo Mons. Gian Carlo Perego. La cerimonia sarà alle 18. Al termine della messa, nella sacrestia, verrà benedetta una targa in ricordo del primo parroco della Madonnina monsignor Giulio Malacarne. In questa chiesa, nel maggio del 1784, i padri Camilliani diedero inizio in forma pubblica e solenne alla devozione del fioretto mariano che già si praticava nelle famiglie e nei monasteri femminili della città. Per mantenere viva questa consolidata tradizione nel mese di maggio, ogni sera, da lunedì al venerdì alle 18 è prevista la recita del Fioretto mariano a cui farà seguito alle 18.30 la Celebrazione Eucaristica. Nei giorni festivi la messa sarà celebrata alle 18. La chiesa è affidata ai sacerdoti dell’Unità Pastorale Borgovado. I locali parrocchiali oltre ad essere utilizzati per le attività pastorali, torneranno quindi ad ospitare, così come è successo all’indomani del secondo conflitto mondiale, gli scout e nello specifico il gruppo Ferrara 5.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?