Liberata Stella, la tartaruga salvata da Enpa

Liberata Stella, la tartaruga salvata da Enpa

Liberata Stella, la tartaruga salvata da Enpa

Stella è tornata in mare, tra due ali di folla, composta da scolaresche, tantissimi turisti, al bagno Medusa, presso il Lido degli Estensi, presenti personale della Capitanertia di Porto, il sindaco di Comacchio, Pierluigi Negri, ma sopratutto donne e uomini della Fondazione Cetacea, Delta Rescue e Enpa Lagosanto. Una liberazione, avvenuta verso le 11,15 circa di ieri mattina, in occasione della settimana del World Sea Turtle Day di una tartaruga marina, appartenente alla specie Caretta caretta, la più comune in Mediterraneo e in particolare nell’Adriatico Settentrionale. Il presidente della Fondazione Cetacea di Riccione, Sauro Pari, ha ricordato come nell’alto Adriatico vi sia una buona concentrazione di tartarughe, ed anche delfini, "perché trovano da mangiare, anche se un’eccessiva pesca sta rischiando il depauperamento dell’Adriatico" e come la maggior causa di morte delle tartarughe sia l’annegamento, poichè rimangono intrappolate nelle reti da pesca per troppo tempo. Stella, era stata recuperata a maggio presso Porto Tolle, nel rodigino, nei pressi della Ex Centrale Enel di Pila dalla Capitaneria di Porto, a seguito del suo spiaggiamento. Grazie all’intervento dell’Università di Padova ed Enpa si è attivata una staffetta che ha permesso un ricovero tempestivo presso il Centro di Recupero Tartarughe marine di Riccione, dove i primi accertamenti hanno evidenziato la presenza di un amo nel primo tratto esofago, che ne aveva causato la debilitazione e il successivo spiaggiamento. Dopo il repentino intervento chirurgico per rimuovere l’amo, rapidamente Stella ha ripreso forza e appetito tornando nel giro di poche settimane in condizioni tali da poter essere rilasciata. Importante l’opera di sensibilizzazione, svolta dai volontari delle associazioni promotrici dell’evento, ovvero Delta Rescue, Fondazione Cetacea, Circolo Nautico Volano, Aics Ambiente e Enpa, con un presidio allestito fin dalle 10, per la conservazione delle tartarughe marine nelle nostre zone. Infine Sofia Giuntoli è stata apprezzatissima per i loghi e disegni nuovi realizzato per le magliette di Delta Rescue, capaci di sublimare il riabbracciarsi del mare con Stella.

cla. casta.