Quotidiano Nazionale logo
7 mag 2022

L’impegno della senatrice Boldrini "Portato all’attenzione di Roma il nodo Camera di commercio"

Poco meno del 99% di presenze in Senato ed oltre una trentina di firme su altrettanti disegni di legge. Sono i numeri che testimoniano l’impegno di Paola Boldrini nel portare all’attenzione del governo anche e soprattutto le istanze relative al nostro territorio. A snocciolare i dati è stata la stessa vicepresidente della Commissione sanità in Senato, ieri mattina, nella sede del Pd ferrarese di via Ortigara: "E’ un segnale di trasparenza – ha precisato –, perché di politica si parla tanto, ma spesso solamente in chiave negativa". La senatrice, in primis, ci ha tenuto a rimarcare il tasso di frequenza in aula: dal 2018 ad oggi, è stata presente sui banchi il 98,46% delle volte (nel primo mandato da deputata arrivò al 90,34%). Il suo impegno, in questi ultimi anni, si è tra l’altro diviso tra la stessa materia sanitaria e l’attenzione verso le donne, dato anche il suo ruolo di membro della Commissione parlamentare d’inchiesta sul femminicidio.

"Data l’emergenza pandemica – ha proseguito – sono stata firmataria di otto disegni di legge. Progetti focalizzati, in particolare, sull’istituzione della figura professionale dell’ostetrica di famiglia e dell’odontotecnico, così come di quella del fisioterapista di comunità. Quindi, ho proposto il riordino del sistema di emergenza ospedaliero e della formazione universitaria delle professioni infermieristiche; infine, ho firmato per le disposizioni in materia di stato giuridico dei docenti dipendenti del servizio sanitario nei corsi di studio universitari e per i pazienti oncologici". A tutto ciò, inoltre, Paola Boldrini ha apposto il proprio nome ad altri ventotto disegni di legge – come cofirmataria – vertenti sulla riduzione del disagio abitativo, sui fondi a sostegno delle comunità educanti, fino al reclutamento degli insegnanti di scuola secondaria. A livello territoriale, invece, la senatrice Pd ha portato a Roma, su tutti, il nodo dell’accorpamento della Camera di commercio di Ferrara con Ravenna e la questione relativa al Petrolchimico e alle intenzioni di Eni. A sostenerla, sempre ieri, era presente anche Nicola Minarelli: "Elencare le attività svolte all’interno della nostra sede – ha specificato il segretario provinciale Pd – testimonia la vicinanza della politica alla comunità. La democrazia rappresentativa, infatti, si esplica prendendo conto, tenendo conto e rendendo conto". Al netto di ciò che è stato fatto fino ad ora, però, l’impegno della senatrice prosegue. Già questa mattina, a tal proposito, sarà presente al Rivana Garden (dalle 10.30) per affrontare, insieme alla collega Vanna Iori, il tema del "disegno di legge che propone la condivisione di esperienze e progetti per rafforzare l’alleanza educativa tra la scuola e le realtà territoriali, cercando di prevenire il disagio e accrescendo il benessere di ragazze e ragazzi nei cambiamenti in atto".

Matteo Langone

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?