MARIO BOVENZI
Cronaca

Maltempo e solidarietà. I volontari in Toscana: "A fianco degli alluvionati"

Partiti 9 effettivi della Protezione civile, il presidente Tabanelli: "Sempre presenti"

Maltempo e solidarietà. I volontari in Toscana: "A fianco degli alluvionati"

Maltempo e solidarietà. I volontari in Toscana: "A fianco degli alluvionati"

"Come sempre abbiamo risposto presente, pronti a scendere in campo a fianco della popolazione", così Claudio Tabanelli, presidente del coordinamento della associazioni di volontariato della Protezione civile di Ferrara, riassume lo spirito con il quale nove effettivi con la divisa gialla sono partiti nei giorni scorsi. Negli zaini e nel cuore la popolazione della Toscana stremata dall’alluvione, l’ennesima.

"Nel gruppo – spiega – è rappresentata la provincia, ci sono rappresentanze che arrivano dai vari paesi. Le due squadre sono formate da uomini ed anche da alcune donne, tutti uniti dal desiderio di dare una mano, di aiutare chi in questo momento si trova in forte difficoltà sotto i colpi del maltempo". Tredici sono le squadre della Protezione civile dell’Emilia-Romagna che sono partite per Campi Bisenzio, in provincia di Firenze, destinazione anche delle due unità della nostra provincia. Hanno risposto presente all’sos Bologna, Modena, Reggio Emilia, Parma e Ferrara. Gli effettivi sono coordinati da tre funzionari dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e di Protezione civile e da un volontario coordinatore. L’Emilia-Romagna ha motopompe in grado di aspirare da 40 a 80 litri al secondo di acqua e di fango. I volontari della Protezione civile dispongono anche di bobcat per la rimozione dei detriti. In quella zona stanno operando i nostri vigili del fuoco, due gli uomini che sono partiti nei giorni scorsi tra questi Mirko Bertelli. Insieme alle altre squadre danno il loro contributo per aiutare la popolazione ad alzare la testa.

In queste ore si attenua la piena del Po. I valori rimarranno ancora sopra la soglia 1 di criticità (colore giallo) nell’arco delle prossime 24 – 36 ore a Pontelagoscuro e nei rami del Delta, per poi scendere. Lungo il Po di Goro si registrano valori superiori, al di sopra della soglia 2 (criticità moderata – arancione), che andranno calando nelle prossime 24-36 ore. Il personale Aipo in azione per la vigilanza degli argini e delle opere idrauliche.