Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
28 mag 2022

"Maltrattamenti, boom durante la pandemia"

Nel 2021 raddoppiato il numero di mogli o compagne che sono dovute fuggire da casa. Il prefetto: "Ogni settimana ci sono segnalazioni"

28 mag 2022
A sinistra il prefetto Rinaldo Argentieri durante il dibattito sulla violenza di genere
A sinistra il prefetto Rinaldo Argentieri durante il dibattito sulla violenza di genere
A sinistra il prefetto Rinaldo Argentieri durante il dibattito sulla violenza di genere
A sinistra il prefetto Rinaldo Argentieri durante il dibattito sulla violenza di genere
A sinistra il prefetto Rinaldo Argentieri durante il dibattito sulla violenza di genere
A sinistra il prefetto Rinaldo Argentieri durante il dibattito sulla violenza di genere

FERRARA

La violenza sulle donne, spesso sotto la forma di maltrattamenti in famiglia, non accenna a diminuire. Anzi. E i due anni di pandemia hanno aggravato una situazione già molto difficile e pericolosa. "Purtroppo, tutte le settimane ho segnalazioni di maltrattamenti in famiglia, stalking e violenza sessuale. Ci deve essere massima attenzione per le vittime. Ripeto in continuazione questo avvertimento alle forze dell’ordine: l’approccio deve essere sensibile e delicato nei confronti di chi prova ad avere il coraggio di denunciare. Così il prefetto Rinaldo Argentieri in occasione della tavola rotonda sui nodi irrisolti della violenza di genere, "Oggi ne morirà un’altra", organizzata per la XIII edizione della Festa della legalità, responsabilità e diritti.

"Ciò che ha caratterizzato l’andamento del 2021 è il pesante aumento di accoglienze in emergenza, cioè di donne (o madri con figli) che hanno espresso il bisogno di allontanarsi nell’immediato dalla propria abitazione perché in pericolo – ha spiegato Daria Baglioni, operatirce dell’associazione Donne Giustizia di Ferrara – Rispetto agli anni precedenti in cui le accoglienze di questo tipo sono state 26 nel 2018, 35 nel 2019 e 30 nel 2020, nel 2021 abbiamo accolto 50 donne (con 46 figli) in emergenza. È evidente, quindi, come la pandemia, e tutta la situazione emergenziale a essa legata, abbia aggravato e favorito un’escalation delle violenze. La durata del periodo di ospitalità sia di quella in ’emergenza’ che in casa rifugio, ha visto proporzionalmente un aumento. Dando ancora uno sguardo ai dati: tra tutte le donne ospitate il 62% di esse sono di origini italiane e il 36% straniere, le donne che hanno figli sono il 52%". L’avvocato Elisabetta Aldrovandi, garante regionale per la tutela delle vittime di reato per la regione Lombardia, che in questi giorni ha subito un pesante atto di intimidazione, sottolinea che "I dati sulle vittime di reati come stalking, maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale sono sconcertanti. Nel periodo primo gennaio 2021 31 ottobre 2021, in Italia, vi sono state 9566 donne che hanno denunciato atti persecutori e 3477 uomini, 14716 donne che hanno denunciato maltrattamenti in famiglia e 3198 uomini, 3253 donne che hanno denunciato violenze sessuali e 301 uomini". Nell’ambito della stessa festa della legalità questa sera alle 21, al parco Coletta, la lectio magistralis di Vittorio Sgarbi "Arte e legalità".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?