Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
19 mag 2022

Memoria e progetti per Dante Bighi

In occasione del 28esimo anniversario della morte dell’artista copparese, la cerimonia e il punto sulle attività

19 mag 2022
Il Centro Studi intitolato a Dante Bighi
Il Centro Studi intitolato a Dante Bighi
Il Centro Studi intitolato a Dante Bighi
Il Centro Studi intitolato a Dante Bighi
Il Centro Studi intitolato a Dante Bighi
Il Centro Studi intitolato a Dante Bighi

Con una sentita cerimonia, ieri mattina è stato commemorato il 28esimo anniversario della scomparsa di Dante Bighi. Presso la sua sepoltura, al cimitero di Copparo, erano presenti la nipote Lucilla Foglia, figlia della sorella di Dante, Dora, con il marito Renato Lenzi, gli amici più cari, Anna Capatti e Alfredo Bertelli (ex sindaco di Copparo), il sindaco Fabrizio Pagnoni, con il presidente del Consiglio comunale Alessandro Amà, l’assessore Bruna Cirelli, il capogruppo consiliare Carlo Bertelli, il comandante della Stazione Carabinieri luogotenente Giuseppe Zurlo, il direttore del Distretto Centro Nord Marco Sandri e il presidente del Centro Studi ‘Dante Bighi’, Diego Farina. Insieme hanno voluto rendere omaggio e ricordare il grande artista, autore di famose campagne pubblicitarie, di ‘libri oggetto’, raccolte d’arte, che ha dato lustro al paese.

"È un orgoglio e un dovere morale ricordare una persona tanto legata al suo territorio alla cui crescita ha fortemente contribuito – ha affermato il sindaco Pagnoni –. Coltiviamo questa memoria, contando di trasferirla a chi non lo ha conosciuto, tramandandone l’opera e i lasciti". A seguire, a Villa Bighi è stata presentata la rassegna 2022 ‘Meglio fuori che dentro. Tra natura e antropocene’. "Oggi leghiamo ricordo e futuro – ha spiegato Diego Farina, affiancato da Maurizio Bonizzi, dal sindaco Pagnoni, da Giacomo Marletta (Gruppo Zero) e dall’artista Marco Caselli Myotis –. Il lavoro di Dante Bighi si basava infatti sulle radici e, anche in questo caso, dalla memoria scaturiscono i progetti. Continuiamo a concentrarci sulle tematiche ambientali, trattate in modo propositivo e dal punto di vista artistico". Il programma è stato ideato da Centro Studi ‘Dante Bighi’, Gruppo Zero con la collaborazione di Museo Civico di Storia Naturale di Ferrara, Comart e il patrocinio del Comune, e le attività sono state finanziate con fondi del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il primo evento è fissato per domani: alle 19, l’apertura è affidata a ‘Scisma’, la performance corpo-vocale di Stefano Sardi, con la consulenza scenica di Martina Zabari. A seguire l’inaugurazione di una doppia mostra-progetto fotografica: ‘Pollution’ di Daniele Zappi, nata durante la pandemia del 2020, e "Il museo nascosto", il cui autore, Marco Caselli Myotis, ha spiegato essere "il racconto di oggetti ed ambienti dietro le quinte di un museo scientifico, il retroscena del Museo di Storia Naturale di Ferrara". Sabato e domenica, dalle 15 alle 18, Villa Bighi sarà aperta al pubblico. Il 28 maggio alle 19, poi, l’appuntamento sarà con ‘Nual Nebbia Acustica - Parte #1’, un festival musicale improntato alla ricerca e alla sperimentazione musicale.

Valerio Franzoni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?