Ferrara, 7 settembre 2018 – Ultimo mercato sull’area ex Cavalli del Baluardo di San Lorenzo, lunedì, prima del trasferimento – per lavori – di 72 bancarelle. Dopo le tensioni e la protesta, Comune e Anva hanno trovato una soluzione gradita agli operatori, che entrerà a regime dal 17 settembre. Gli ambulanti saranno infatti dislocati (come a suo tempo anticipato dal Resto del Carlino) tra piazza Savonarola, piazza Castello e un tratto di Porta Reno, sul lato però della Bnl. Questo consentirà il transito, regolare, dei mezzi pubblici e dei veicoli muniti di autorizzazione per la zona a traffico limitato.

Una soluzione ottimale, sottolinea il presidente dell’Anva Confesercenti Pier Carlo Baglioni, che non penalizzerà gli operatori collocati normalmente in cima al baluardo – ma che anzi potrebbe consentire loro di incrementare gli affari –, e che soprattutto scongiura contraccolpi per gli altri 120 ambulanti del mercato del lunedì. Come si ricorderà, la proposta iniziale dell’amministrazione era il trasferimento dell’intero mercato, per tutta la durata dei lavori al Baluardo di San Lorenzo, nell’area del parcheggio Kennedy: un’idea che aveva innescato un’autentica sollevazione da parte della categoria, con i manifestanti – spalleggiati peraltro da Lega e Movimento 5Stelle – fin sullo Scalone del Municipio.

Poi la riapertura del dialogo da parte dell’assessore al Commercio Roberto Serra ha favorito un accordo, trovato in tempi rapidi: «Si sarebbe potuto persino evitare il braccio di ferro – sospira Baglioni –, ma è positivo che sia stato scongiurato il trasferimento da piazza Travaglio di tutto il mercato». Lunedì in ogni caso, alla chiusura delle bancarelle, i 72 ambulanti interessati prenderanno parte all’assegnazione dei posteggi nelle nuove aree designate. Si procederà in base all’anzianità di licenza, perciò ciascun esercente potrà scegliere la postazione migliore tra le location individuate: i posti più ambiti saranno quelli di corso Porta Reno, a seguire piazza Savonarola e infine piazza Castello.