Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Ferrara, le mura sono a rischio crollo

L’allarme di Italia Nostra che stila l’elenco dei monumenti più delicati

Ultimo aggiornamento il 6 settembre 2018 alle 06:50
Le mura di Ferrara

Ferrara, 6 settembre 2018 - Sono dieci i monumenti italiani a maggiore rischio crollo. Tra questi, nella lista stilata da Italia Nostra, spiccano anche le mura di Ferrara. La cinta muraria, uno dei simboli della città estense insieme al Castello e alla cattedrale, è ‘malata’. L’elenco di gioielli storici che si stanno lentamente sgretolando è stato approntato dall’associazione a seguito del crollo del soffitto della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami, a Roma.

Le problematiche che attanagliano le mura sono note da tempo. Più di una volta, su queste pagine, abbiamo pubblicato reportage sullo stato della cinta e sui problemi che ne mettono a repentaglio lo stato di conservazione. Si va dalle normali conseguenze del passare del tempo fino ai blitz dei ladri di mattoni, passando per gli spacciatori che ne colonizzano una parte e che usano gli anfratti ricavati rimuovendo le pietre come nascondiglio per le loro sostanze illecite.

"La gestione delle mura è di oltre 418 mila euro – spiegò l’assessore alla sicurezza Aldo Modonesi in occasione di un recente reportage del Carlino sull’argomento – di cui 120mila euro per l’illuminazione, 100mila per il verde, 28.600 per il diserbo della muratura e 170mila euro per la manutenzione". Nonostante l’attenzione dell’amministrazione, le mura (nove chilometri e duecento metri in tutto) continuano a soffrire e a perdere pezzi.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.