"Un’ottima notizia per il Carnevale". E’ così che la Manservisi Eventi commenta l’emendamento proposto dal senatore Gianluca Ferrara (M5s) e approvato in Senato con il Decreto Capienze, grazie al quale gli organizzatori dei carnevali italiani sono esonerati dall’applicazione della Legge Battelli ovvero dall’emissione di biglietti nominativi per evitare il bagarinaggio. "Aveva messo in crisi tutti i carnevali a cui si accede con biglietto di ingresso – dice la Manservisi Eventi - istanza motivata dalle insormontabili difficoltà organizzative che i carnevali si trovavano a dover gestire per l’emissione del biglietto nominativo, lunghissime file alle casse e che andava a incidere sui bilanci per il maggior impiego di risorse umane, oltre ad avere effetti sulle finalità sociali di alcune tipologie di biglietti come l’abbonamento per tutta la famiglia". Il ringraziamento lo rivolgono anche al ministro Dario Franceschini per aver sostenuto l’istanza. "Con la difficile e precaria situazione che stiamo vivendo, questa notizia è una boccata di ossigeno – concludono i Manservisi – non aver più biglietti nominativi consentirà l’accesso ai vari eventi a più persone e non in esclusiva al titolare. Opportunità che ha anche un risvolto etico: conserva la finalità sociale e conviviale del carnevale".

l. g.