"Noi, un impegno senza bandiere"

Dai problemi ambientali a quelli della sicurezza, il gruppo ‘Libera Comacchio’ incontra i cittadini

Era presente anche Marco Mastacchi, consigliere regionale di Rete Civica
Era presente anche Marco Mastacchi, consigliere regionale di Rete Civica

Tanti sono stati gli argomenti toccati durante l’incontro, che si è tenuto venerdì sera, organizzato al Centro Laguna dal gruppo ‘Libera Comacchio’. La lista civica, alle elezioni amministrative 2020, non è riuscita ad ottenere i numeri per accedere in consiglio comunale, ma dall’esterno sta continuando ad impegnarsi sul territorio. E ha aperto un dialogo in Regione, attraverso il consigliere regionale di Rete Civica Marco Mastacchi, che ha partecipato alla conferenza con il coordinatore provinciale di Rete Civica Riccardo Forni, e Rino Conventi, referente della Lista Civica 2Q20. Il coordinatore di Libera Comacchio, Vito Troiani, ha ringraziato sia gli ospiti, con i quali si è instaurato un proficuo rapporto di collaborazione (annoverando anche il presidente di Rete Civica, Alecs Bianchi), ma anche il proprio gruppo, "animato dall’amore per il territorio e che ha l’obiettivo di lavorare in modo sempre più concreto nella sua valorizzazione, portando le istanze della comunità all’attenzione delle amministrazioni comunale e regionale, e mettendo in campo proposte e spunti di riflessione". Tutto questo, rimarcando il ruolo "delle vere liste civiche, che non dipendono da bandiere politiche". Tra gli argomenti che sono stati toccati la situazione delle Valli, "che – ha affermato Troiani – stanno soffrendo da anni di uno stato di abbandono e che debbono essere valorizzate". L’attenzione è stata posta anche sulla situazione del porto canale di Porto Garibaldi: "Nelle scorse settimane abbiamo portato all’attenzione il problema degli oli esausti in punti di raccolta a cielo aperto sulla banchina. Grazie alla nostra segnalazione alla società Clara i contenitori di oli sono stati rimossi. Un professionista del nostro gruppo ha presentato un progetto per la realizzazione di casette ecologiche informatizzate, nelle quali possano essere collocati sia oli esausti che materiali ingombranti". Tra le altre proposte, quella di dotare via Raimondo Felletti di un guard-rail per garantire maggior sicurezza lungo la strada che costeggia un canale, "che – ha riferito Troiani – sembra essere stata presa in considerazione dal Comune". Mastacchi ha garantito impegno per portare le istanze del territorio all’attenzione della giunta dell’Emilia-Romagna.

Valerio Franzoni