Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
27 mag 2022

Palio, conto alla rovescia. Le visite dei cavalli

Ieri passaggio dal veterinario e da oggi le prove. ‘Bagoga’, uno degli animali scelti da San Giacomo per la gara, non è risultato idoneo

27 mag 2022
lauro casoni
Cronaca
I cavalli si preparano alla corsa di domenica (foto Businesspress)
I cavalli si preparano alla corsa di domenica (foto Businesspress)
I cavalli si preparano alla corsa di domenica (foto Businesspress)
I cavalli si preparano alla corsa di domenica (foto Businesspress)
I cavalli si preparano alla corsa di domenica (foto Businesspress)
I cavalli si preparano alla corsa di domenica (foto Businesspress)

di Lauro Casoni

Dopo le visite veterinarie svolte ieri e le prove che andranno in scena oggi e domani, il Palio è ormai pronto per essere disputato. L’appuntamento è fissato per il pomeriggio di domenica, quando le otto contrade estensi si sfideranno, con la corsa dei cavalli atto conclusivo della giornata dopo le gare tra i putti, le putte e gli asini, in una piazza Ariostea completamente rinnovata in termini di sicurezza per animali, concorrenti e pubblico. E proprio la corsa dei cavalli sarà, come da tradizione, quella più attesa. Dopo l’apertura delle buste che il 13 maggio scorso ha ufficializzato i nomi dei fantini e dei cavalli delle otto contrade, le visite veterinarie hanno dimostrato l’ottimo stato di salute dei cavalli presentati, con un solo cavallo che non ha ricevuto l’ok per poter prendere parte al Palio. Il cavallo ‘Bagoga’, uno dei due scelti dalla Contrada San Giacomo, "non è risultato idoneo – ha voluto sottolineare Paolo Felloni, vicepresidente del Comitato Organizzatore – in quanto non rispettava alcune misure molto stringenti che il Palio si è dato in termini di grandezza del cavallo, ma l’animale era in perfetta forma così come per motivi di assoluta sicurezza ‘Farfadet du pecoes’, uno dei due cavalli di Borgo San Giorgio non è stato nemmeno presentato".

Questo, quindi, il quadro delle accoppiate con il nome del fantino e del cavallo che, salvo sorprese, dovrebbe prendere parte al Palio e quello della riserva: Rione San Benedetto, Dino Pes detto Velluto su Ribelle da Clodia, Vanadio da Clodia; Borgo San Giacomo, Francesco Caria detto Tremendo su Arsenico Lupin; Borgo San Giorgio, Simone Mereu detto Deciso su Albalonga; Borgo San Giovanni, Alessio Migheli detto Girolamo su Adone da Clodia, Viky fortuna; Borgo San Luca, Massimo Columbu detto Veleno II su Vandà, Symposyum; Rione San Paolo, Alessio Giannetti su Red Riu, Carilbom; Rione Santa Maria In Vado, Andrea Chessa detto Nappa II su Ultimo Baio, Silbomba e Rione Santo Spirito, Sebastiano Murtas detto Grandine su Anda e Bola, Ungaros. Se si guarda alla corsa dei cavalli a vantare il maggior numero di vittorie è la Contrada San Giacomo (13), seguita da San Giorgio (11), Santo Spirito (7), Santa Maria in Vado (5), San Paolo (5), San Luca (5), San Benedetto (4), e San Giovanni (4) . A non vincere il Palio da più anni è Santa Maria in Vado che non trionfa dal 1982.

Lauro Casoni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?