Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
10 giu 2022

Palio, la sfida dei rioni per i drappi

Domani ultima giornata con gli antichi giochi che decreteranno i vincitori degli ambiti vessilli

10 giu 2022
Una scena del palio (foto archivio)
Una scena del palio (foto archivio)
Una scena del palio (foto archivio)
Una scena del palio (foto archivio)
Una scena del palio (foto archivio)
Una scena del palio (foto archivio)

Si concluderà domani sera, con uno degli appuntamenti più attesi, la 43esima edizione del Palio di Copparo. Dalle 21, infatti, in piazza del Popolo sono in programma gli antichi giochi che vedranno i rioni Crusar, Dezima, Furnas e Mota sfidarsi per aggiudicarsi gli ambiti drappi. Sarà questo l’atto finale del tradizionale e sentito evento che, dopo due anni di stop a causa dell’emergenza sanitaria, è tornato ad animare il paese. Secondo gli ordini sorteggiati lo scorso 7 maggio in Municipio, i rioni si sfideranno in diversi giochi: tiro alla fune, corsa dei putti, corsa delle putte, lancio dei cerchietti, palo della cuccagna, corsa del cerchio e staffetta delle bandiere. Il drappo del Palio di quest’anno è firmato dall’artista locale Martina Viadana; mentre il secondo palio per il rione vincitore nella corsa delle putte è opera di Mohamed Rouhani. Tante saranno sicuramente le emozioni che si vivranno nel corso della serata, che è stata anticipata lo scorso 2 giugno dalla cerimonia di Consegna delle chiavi della città davanti alla residenza municipale, dalla benedizione dei Palii e dei Gonfaloni, il 4 giugno dalle esibizioni di musici e sbandieratori e il 5 giugno dalla cerimonia dei cortei storici e dei giuramenti. Bella è stata la partecipazione di bambini e giovani, anche in un’ottica di continuità di questa sentita tradizione. Tra le sorprese di quest’anno, va ricordata la donazione dei cippi con i simboli dei rioni da parte del Rotary Club Alfonso II d’Este di Copparo, consegnati lo scorso 4 giugno dal presidente del sodalizio Luca Pilati alla presenza del sindaco Fabrizio Pagnoni, dell’assessore Bruna Cirelli, dei comandanti del Norm, tenente Domenico Marletta, e della stazione Carabinieri di Copparo, luogotenente Giuseppe Zurlo.

I manufatti sono impreziositi da una ceramica artigianale realizzata dall’artista copparese Metakeramos nella quale è riprodotto il logo storico del rione. Il presidente Rotary Pilati, e i presidenti di Crusar, Mota, Furnas e Dezima hanno sottoscritto la pergamena di affidamento perenne dell’opera alla comunità rionale. Ora, dunque, non resta che attendere la serata dedicata agli antichi giochi di piazza che segnerà l’epilogo di questa edizione della ripartenza, organizzata dall’Associazione dei Rioni di Copparo, con il patrocinio del Comune, della parrocchia Santi Pietro e Paolo e della Pro Loco.

Valerio Franzoni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?