Il marchio Ferrara in mostra a Parigi. L’‘ambasciatore’ sarà Giovanni Boldini, pittore della Belle Époque, le cui opere saranno esposte nella capitale francese dal 30 marzo al 18 luglio 2021. La giunta ha infatti dato il via libera al prestito di 32 opere (22 dipinti, 9 disegni e un oggetto) di proprietà del museo...

Il marchio Ferrara in mostra a Parigi. L’‘ambasciatore’ sarà Giovanni Boldini, pittore della Belle Époque, le cui opere saranno esposte nella capitale francese dal 30 marzo al 18 luglio 2021. La giunta ha infatti dato il via libera al prestito di 32 opere (22 dipinti, 9 disegni e un oggetto) di proprietà del museo Boldini di Ferrara per una retrospettiva, completamente dedicata all’artista ferrarese, al ‘Petit Palais Musee des Beaux Arts de la Ville’, dal titolo: ‘Les plaisirs et les jours’. "Un’importante occasione di valorizzare il nostro patrimonio cittadino anche all’estero", dice l’assessore Marco Gulinelli, che – con Vittorio Sgarbi, presidente di Ferrara Arte – ha condotto in porto l’operazione dopo un percorso articolato passato anche dall’insediamento di un comitato scientifico dedicato alla rassegna che si terrà in Francia. E sempre grazie a loro Boldini sarà in mostra – con 65 opere, a cui se ne aggiungeranno 2 ‘ferraresi’ di Degas – anche al Mart, il Museo d’arte Moderna e contemporanea di Rovereto e Trento di cui è presidente Sgarbi. La rassegna trentina, a cura di Sgarbi e di Beatrice Avanzi, è in programma dal 13 novembre al 28 febbraio 2021, e avrà come titolo: ‘Giovanni Boldini, il piacere’. "La presidenza di Sgarbi dimostra la continuità collaborativa col Mart, rappresentando una garanzia di professionalità organizzativa. Un valore aggiunto per la nostra città, che ci consente di esporre le opere in gallerie importanti", dice Gulinelli. E il prossimo anno, per il 90° dalla scomparsa di Boldini, "organizzeremo iniziative ed eventi ad hoc", annuncia l’assessore.