Pgf domina nel volteggio. Matteo si laurea campione

Al Palasport di Cuneo l’atleta è stato autore di due salti di grande tecnica. Il presidente Mantero: "È il frutto dell’enorme lavoro tra le mura del Palagym".

Pgf domina nel volteggio. Matteo si laurea campione

Pgf domina nel volteggio. Matteo si laurea campione

Steven Matteo della Palestra Ginnastica Ferrara si laurea campione italiano assoluto al Volteggio. È riuscito a concentrare energia, fisica e mentale, in quello che è l’esercizio dall’esecuzione più veloce: il volteggio con i suoi 10 secondi, rincorsa comprese, di pura drenalina e spettacolo.

Il titolo, più che meritato, è arrivato al Palasport di Cuneo: due salti dal grande valore tecnico lo hanno portato a primeggiare in classifica, con l’unica eccezione del riminese Thomas Grasso (Polisportiva Celle) che ha pareggiato il suo punteggio e sale con lui sul gradino più alto del podio di questa adrenalinica specialità. Bronzo a Niccolò Vannucchi del Romagna Team che completa così un podio tutto emiliano-romagnolo. Il ginnasta della Palestra Ginnastica Ferrara era entrato in finale come terzo ma pronto a ribaltare il favore del pronostico, cosciente di avere in canna due esercizi di grande spessore, e così é stato, ipotecando il metallo più prezioso già dal primo salto. Incontenibile la soddisfazione, sua e dei tecnici che lo accompagnavano Claudio Pasquali ed Emanuele Menegozzo.

Ma é una soddisfazione che si é immediatamente estesa a tutti i piani della storica società sportiva ferrarese, a partire dal Presidente Franco Mantero che ha subito sottolineato come i risultati ottenuti siano frutto del grande lavoro tra le mura del Palagym “Orlando Polmonari” e anche del sostegno arrivato quest’anno da importanti partner come Assicurarsi con Logica, AB Meccanica e Duferco Energia, senza i quali sarebbe impossibile competere a certi livelli e sostegno che non può e non deve essere lasciato isolato, anche a livello istituzionale. Tornando alla tenzone tricolore, quella di Cuneo è stata una prova che profumava tantissimo di Parigi (proprio la mattina di domenica l’annuncio dei nomi che vanno a riempire le caselle dei pass olimpici conquistati come nazione), e mettersi in luce fondamentale per il proseguo della carriera agonistica degli outsider, come Matteo, arrivati in Piemonte con tanta voglia di stupire, com’è stato.