La rimozione del ’monolite’ che da giorni era al centro di piazza Municipale
La rimozione del ’monolite’ che da giorni era al centro di piazza Municipale

Se la comparsa del ’monolite’ in piazza Municipale, sabato notte, resterà avvolta nel mistero, la rimozione ha invece ben poco di alieno: sono stati infatti gli operai del Comune, ieri mattina, a rimuovere il bizzarro obelisco metallico, piazzato proprio al centro della piazza, di fronte alla casetta di Babbo Natale a all’albero, collocati dal Rione San Paolo per la gioia dei più piccoli. La vicenda, in ogni caso, ha un tocco di surreale; sull’onda della moda che impazza sul web, qualche sconosciuto ha collocato, alle 5 del mattino di domenica, il ’monolite’ che ricorda quello comparso ormai una decina di giorni fa nello Utah, e gli altri spuntati come funghi, rigorosamente di metallo a specchio, in altre parti del mondo e in alcune località italiane. Alto poco meno di 2 metri, completamente ricoperto di una lastra a specchio, con il cielo bigio risultava persino invisibile.

Per qualche giorno nessuno si è posto il problema della rimozione, forse pensando che chi l’aveva collocato in quel punto, aveva avuto buone ragioni di farlo. Solo ieri mattina, quando ci si è resi conto della assoluta bizzarria (e inutilità) del ’monolite’, dal Comune è scattato l’ordine. Addio obelisco metallico: non finirà a Roswell, nell’Area 51, tra i reperti degli Ufo, ma semplicemente in un magazzino del Comune, in attesa dell’ultimo viaggio, non galattico ma verso l’isola ecologica di Hera, per lo smaltimento tra i rifiuti, sicuramente misteriosi, ma altrettanto certamente ingombranti.