Passata la prima piena, sta arrivando la seconda (BUsenessPress)
Passata la prima piena, sta arrivando la seconda (BUsenessPress)

Ferrara, 3 novembre 2018 - Morbida ma impetuosa. La prima piena è passata da Pontelagoscuro ieri mattina. Si tratta di una piena di livello ordinario che sta spazzando Piemonte, Lombardia ed Emilia-Romagna. Il grosso è previsto tra circa due giorni con la seconda ondata che ieri, all’altezza di Piacenza, stava salendo di circa sei centimetri all’ora. Il colmo di piena transiterà nel pomeriggio di sabato 3 novembre alla sezione di Casalmaggiore, nel Cremonese, nella notte tra il 3 e 4 novembre alla sezione di Boretto a Reggio, nella giornata di domenica 4 novembre nelle sezioni di Borgoforte e Sermide, nel Mantovano. e nelle prime ore di lunedì 5 novembre nella sezione di Pontelagoscuro, a Ferrara. Atteso un intensificarsi di precipitazioni deboli e irregolari nella serata di domenica 4 novembre

Ieri mattina a Pontelagoscuro alcuni volontari, armati di ramponi e corde, stavano raccattando dal letto del fiume la massa di tronchi e detriti in movimento. «Dobbiamo evitare – ci dicono con il fiato corto di chi lotta e balla con il grande vecchio – che i tronchi si ammassino nei piloni». La massa d’acqua passeggia lenta verso il Delta dove, ieri mattina, si è riaperto lo storico fontanazzo di Guarda. I sacchi di sabbia sono stati portati per tamponare la vena aperta sul fronte dell’argine. Una piena dopo l’altra per una sorta di gobba lunga, in cerca dello sbocco al mare dove, però, la situazione è meno semplice del previsto: le maree non rendono facile l’afflusso in Adriatico.

Leggi anche: Monitoraggio costante anche nel Reggiano - Cattive notizie dalle previsioni

Ad Ariano Ferrarese ieri il livello della piena era sul due, cioè medio. In zona canottieri l’acqua del Po era già fuori dal suo corso ordinario con l’isola bianca lambita dal rumore del fiume più lungo d’Italia. La situazione – fanno sapere da Aipo – è sotto continuo monitoraggio e sotto controllo. Ma la Protezione civile è stata allertata perché entro la prossima settimana è previsto l’arrivo di una terza piena. Il maltempo sul Nord Italia sta gonfiando gli affluenti che riversano i loro serbatoi sul Po. I primi curiosi, ieri mattina, si affacciavano a Pontelagoscuro per vedere (e per sentire) il fiato del serpente d’acqua.