"Raccolta molluschi, la Regione chiarisca"

Goro, il consigliere Mastacchi chiede a Viale Aldo Moro di evitare l’estromissione di chi non ha concessioni.

"Raccolta molluschi,  la Regione chiarisca"

"Raccolta molluschi, la Regione chiarisca"

"Oltre alla concessione demaniale, la Regione inserisca anche l’Affidamento. Molte cooperative ritengono che per lavorare nelle nursery serva solo la concessione e chi ha l’affidamento viene estromesso. Serve un percorso democraticamente condiviso". È questa la richiesta è stata presentata alla giunta Bonaccini, attraverso un’interrogazione, dal capogruppo regionale di Rete Civica Marco Mastacchi che sollecita chiarezza sulle autorizzazioni della molluschicoltura nelle aree nursery. In sostanza, Mastacchi vuole conoscere, "considerato che le aree nursery sono aree vocate alla gestione di un bene ‘pubblico’, quali sono i titoli autorizzatori previsti dalla Regione per operare legittimamente". E con un altro quesito chiede "se, alla luce della legittimità degli affidamenti autorizzati con Determine regionali, non ritenga opportuno suggerire l’adeguamento dello Statuto del Consorzio Unitario Novellame affinché, oltre alla Licenza di Concessione , sia inserito anche l’Affidamento quale requisito idoneo per essere ammessi a soci. Ciò al fine di evitare dubbi interpretativi". Mastacchi ricorda che attualmente "i titolari di Licenze di Concessione demaniale possono procedere con affidamenti, per porzioni degli specchi acquei oggetto delle Licenze, previa autorizzazione con Determina Regionale per l’esercizio dell’attivita` di acquacoltura da esercitarsi all’interno dell’area in affidamento, nursery comprese". Di recente, scrive il consigliere "sta pericolosamente dilagando l’informazione tra le cooperative che solo la Licenza di Concessione attribuisce il diritto alla partecipazione alla nursery".

v.f.