Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 mag 2022

Rifiuti, modifiche alle tariffe "Ora sgravi per le aziende"

20 mag 2022
L’assessore Alessandro Balboni
L’assessore Alessandro Balboni
L’assessore Alessandro Balboni
L’assessore Alessandro Balboni
L’assessore Alessandro Balboni
L’assessore Alessandro Balboni

Nuove riduzioni per utenze non domestiche e recepimento delle nuove normative nazionali in materia di regolamento per le tariffe sui rifiuti quelle proposte dall’assessore all’Ambiente Alessandro Balboni con una delibera di Giunta. Il regolamento comunale per la disciplina della Tariffa rifiuti corrispettiva, è infatti oggetto di una proposta di modifica e integrazione che lo porterà, entro fine maggio 2022, ad accogliere una serie di modifiche e aggiornamenti che verranno sottoposti all’approvazione del Consiglio comunale. "Abbiamo ritenuto opportuno rivedendo le aree che sono oggetto di applicazione della tariffa – così Balboni – con una modifica del Regolamento per la disciplina della Tariffa Rifiuti. Con questo intervento andiamo a esentare dal pagamento della tassa rifiuti le aree di pertinenza delle attività produttive e artigianali dalle quali, effettivamente, non dipende la produzione di rifiuti. Inoltre, abbiamo colto l’occasione per rendere il testo più scorrevole e comprensibile e sono state inserite nuove riduzioni per le imprese che puntano sull’economia circolare e sul riuso, riducendo così le quantità di rifiuti prodotti". In particolare le modifiche che sono state apportate riguardano: integrazione delle definizioni, correzione di piccoli errori di trascrizione presenti nel Regolamento vigente, modifiche di forma ma non di sostanza; modifiche dei presupposti e ambito di applicazione, in particolare l’introduzione dell’esclusione dal calcolo delle superfici:

dei magazzini di materie prime e di merci funzionalmente ed esclusivamente collegati all’esercizio dell’attività produttiva occupate da materie prime e merci, nei quali si abbia la produzione di soli rifiuti speciali.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?