Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 mag 2022

Riflessioni su lavoro, disabili e sicurezza

Festa della Legalità al parco Coletta. Verrà conferito il premio ‘Cittadinanza responsabile’ 2022. Focus su sfruttamento e caporalato

21 mag 2022
francesco franchella
Cronaca
Il vicesindaco Lodi insieme ai protagonisti della Festa della Legalità
Il vicesindaco Lodi insieme ai protagonisti della Festa della Legalità
Il vicesindaco Lodi insieme ai protagonisti della Festa della Legalità
Il vicesindaco Lodi insieme ai protagonisti della Festa della Legalità
Il vicesindaco Lodi insieme ai protagonisti della Festa della Legalità
Il vicesindaco Lodi insieme ai protagonisti della Festa della Legalità

di Francesco Franchella

Lavoro, disabilità, minori, contrasto alla violenza di genere e molto altro. La ‘Festa della Legalità, Responsabilità e Diritti 2022’ è alle porte, pronta, per la sua XIII edizione, ad ospitare relatori di portata nazionale. Si terrà al parco Coletta, angolo via Felisatti, ma, in caso di maltempo, ci si sposterà nella sala Polivalente del Grattacielo (viale Cavour 189).

Il festival si aprirà mercoledì 25 maggio (fino a domenica 29), con vari eventi gratuiti, tra cui conferenze, tavole rotonde, formazioni dedicate ai professionisti, aperitivi e appuntamenti per le scuole. L’anteprima è proprio mercoledì 25 alle 21, dove nella sala Polivalente del Grattacielo si discuterà di etica e diritto del lavoro, nel particolare ambito dei riders coinvolti nelle consegne a domicilio, con la proiezione di ‘Riders on the storm: considerazioni sull’essere lavoratori a domicilio’. Il giorno dopo, poi, verrà conferito il premio ‘Cittadinanza Responsabile 2022’, prima di una tavola rotonda, dalle 15 alle 18 sul tema dello sfruttamento del lavoro e del caporalato nella provincia di Ferrara, evento accreditato dall’Ordine degli Avvocati. Difficile riassumere tutto il programma, per il quale si rimanda al sito internet del Comune.

Qualche altro evento da segnalare: sabato 28 maggio, dalle 9.30 alle 13, nella Sala Consiliare del Comune è previsto il seminario di formazione a cura dell’Ordine dei Giornalisti e della Fondazione Giornalisti Emilia-Romagna, in collaborazione con l’Ufficio stampa del Comune, che tratterà tra gli altri del caso Assange e della libertà di informare. E ancora, dalle 19 alle 20 si discuterà al Bahia Garden di ‘Pensiero Unico’, con il vicedirettore de La Verità, Francesco Borgonovo. A seguire, per gli appassionati, una lectio magistralis di Vittorio Sgarbi, tra legalità e trasgressione nella creatività. Il festival è stato presentato ieri, con un incontro moderato da Anna Lugaresi, del centro di mediazione del Comune, alla presenza di dei garanti delle persone con disabilità, Davide Conti e Carlos Dana, della responsabile dell’ufficio sicurezza urbana, Elena Zaccherini, di Nicola Bogo, per Cidas, di Wally Panizzolo, della biblioteca Niccolini (presente al festival con un’esposizione di libri a tema), di Giulia Prandini per Arci Ferrara, del responsabile ufficio stampa del comune, Alessandro Zangara e del vicesindaco Nicola Lodi. "Daremo ampio spazio a questa manifestazione – ha assicurato Lodi –: parlare di legalità, responsabilità e diritti in zona Gad è ancora importante. Se oggi quel quartiere è stato restituito alla cittadinanza, è grazie all’impegno di chi siede a questo tavolo".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?