Saldi estivi, al via domani. È caccia all’occasione : "Opportunità per tutti"

Ascom: "Valorizziamo i negozi di vicinato". Confesercenti: "Ecco i consigli"

Saldi estivi, al via domani. È caccia all’occasione : "Opportunità per tutti"

Saldi estivi, al via domani. È caccia all’occasione : "Opportunità per tutti"

Partono domani i saldi estivi in Emilia-Romagna. La durata massima degli sconti è di 60 giorni, con scadenza nei primi giorni di settembre. Lo stabilisce una delibera approvata della giunta regionale. Lo sconto o il ribasso effettuato, dice il provvedimento, deve essere espresso in percentuale sul prezzo normale di vendita che va comunque esposto. "I saldi sono una buona occasione per sostenere i nostri negozi- commenta l’assessore regionale al Commercio, Andrea Corsini – che rendono vitali e dinamiche le nostre città, e la cui presenza è di grande importanza soprattutto per i centri storici dei piccoli paesi".

"Il momento dei saldi in un contesto di città turistica – spiega Marco Amelio, presidente provinciale di Confcommercio – offre un’opportunità maggiore per l’intera filiera dell’accoglienza e dell’ospitalità. È fuori discussione che il rapporto di fidelizzazione tra il consumatore ed il negoziante di fiducia sia un valore aggiunto, oltre che un vantaggio in termini di convenienza nell’acquisto di prodotti di qualità a prezzi competitivi. Voglio rimarcare il valore dei negozi di vicinato che garantiscono l’identità dei nostri centri storici, sopratutto laddove le attività commerciali hanno svolto un ruolo sociale di relazione addirittura prevalente rispetto al servizio offerto". Il presidente di Federazione Moda Italia-Confcommercio, Giulio Felloni, afferma: "Questi saldi rappresentano per i consumatori un’opportunità da non perdere perché potranno acquistare prodotti di moda e di qualità con un’ampia scelta visto che i negozi sono particolarmente riforniti. Il comparto della moda si sta avviando verso decisioni e scelte essenziali per il prossimo futuro in un rapporto di filiera. È una data importante che coincide con un momento di difficoltà per il fashion retail. Ogni giorno in Italia chiudono 24 negozi di moda e ne riapre soltanto la metà e questo ci fa molto preoccupare. Sicuramente operiamo in un mercato dove sarà necessario mantenere le stesse regole per tutti. A livello locale è necessario proseguire, tramite la nostra Associazione, un’interlocuzione istituzionale positiva per sostenere il commercio di vicinato, cuore pulsante della città". Confesercenti dà alcuni consigli al consumatore ferrarese: "Servirsi preferibilmente nei negozi di fiducia; verificare la presenza del cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato; conservare sempre lo scontrino nel caso della sostituzione di un articolo".