Quotidiano Nazionale logo
28 apr 2022

Si nascondono in un casolare Due ricercati finiscono in manette

I movimenti dei soggetti erano stati notati dai residenti che hanno informato la polizia

Si erano nascosti in un casolare abbandonato, sperando di non essere rintracciati dalle forze dell’ordine che gli stavano dando la caccia. Ma per due uomini, un italiano e uno straniero, la fuga è durata poco ed entrambi sono finiti in manette. A rintracciarli sono stati gli stessi agenti della polizia che, domenica mattina, a seguito di alcune segnalazioni sono intervenuti in uno stabile fatiscente vicino alla stazione ferroviaria.

A mettere le forze dell’ordine sulle tracce dei malviventi sono stati, come detto, alcuni testimoni che hanno notato dei movimenti sospetti nei dintorni del casolare. Ispezionata con cura la zona, i poliziotti hanno così intercettato i due soggetti, entrambi con precedenti penali. Nello specifico, l’italiano era ricercato da alcuni giorni perché nei suoi confronti era stato emesso un ordine di carcerazione per alcune condanne circa dei reati contro il patrimonio. Il soggetto, così, è stato accompagnato immediatamente nel carcere dell’Arginone: qui, ora, dovrà scontare in tutto un anno e dieci mesi di detenzione, come cumulo delle diverse pene già citate. Situazione differente, invece, per il cittadino straniero.

Lui, infatti, era ricercato dalla polizia in quanto, nei giorni scorsi, era evaso dagli arresti domiciliari. Questa misura gli era stata inflitta, in attesa del processo per direttissima, in quanto era stato arrestato dopo aver tentato un furto. Trovato come detto nel casolare, per lui sono scattate le manette. Martedì mattina, quindi, dopo l’udienza di convalida del fermo, lo stesso straniero è stato rimesso in libertà, con l’obbligo giornaliero di firma. Continueranno i controlli delle forze dell’ordine nei casolari abbandonati.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?