Quotidiano Nazionale logo
16 apr 2022

Sistemi d’allarme e videosorveglianza, contributi a fondo perduto per le aziende

Il Comune di Poggio Renatico, nelle politiche di prevenzione, ha pubblicato il primo "Bando Sicurezza 2022", con contributi a fondo perduto, rivolto alle imprese che intendono dotarsi di sistemi di sicurezza o impianti di allarme e videosorveglianza nei locali aperti al pubblico, per affrontare il problema della microcriminalità. E’ possibile far domanda fino al 31 ottobre. "La prevenzione infatti è l’insieme di azioni finalizzate a impedire o ridurre la probabilità che si verifichino eventi non desiderati – dice l’assessore Paola Zanella - E’ fondamentale adottare le misure di prevenzione e di sicurezza tecnologiche, che rappresentano il "sistema di sicurezza integrato", finalizzato a scongiurare la commissione dei reati, prevenirne la commissione, ritrovare la refurtiva e individuare gli autori dei reati. Questo nuovo bando, s’ inserisce ancora una volta nella strategia di mettere a disposizione risorse a favore delle attività aperte al pubblico, per accompagnarle nella realizzazione di interventi o investimenti in sistemi antifurto o impianti di allarme, videosorveglianza e controllo riducendo le opportunità a delinquere". E’ dunque rivolto ad attività artigianali, commerciali, di somministrazione, di servizio, distributori di carburanti in impianti stradali, edicole, farmacie, tabaccherie e produttori agricoli con vendita diretta a km 0, aperti al pubblico e prevede uno stanziamento complessivo di 13.000 euro per un contributo pari al 50% del valore dell’intervento, al netto di iva, fino ad un massimo di 700 euro e altri contributi inferiori per installazioni di sistemi e strumentazioni tecniche collegate con Istituti di Vigilanza o a cellulari, o per la sottoscrizione di assicurazioni per furto".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?