Un blocco del traffico della Municipale
Un blocco del traffico della Municipale

Ferrara, 1 ottobre 2018 – Da ottobre si entra, ufficialmente, nel periodo dello smog: scattano oggi, infatti, i provvedimenti di limitazione del traffico, concordati con la Regione (e quest’anno anche con le Regioni Veneto, Lombardia e Piemonte) e che saranno in vigore sino al 31 marzo 2019.

La novità saliente, e controversa, riguarda il divieto di circolazione per i diesel Euro 4: veicoli considerati inquinanti, ma che non sono particolarmente anziani come costruzione (gli ultimi sono stati immessi in circolazione, infatti, meno di dieci anni fa).

Oltre ai normali automobilisti, il divieto ai diesel Euro 4 rischia di penalizzare artigiani e ambulanti, visto che il parco mezzi è costituito in gran parte da questi veicoli. Per il resto, confermati i divieti di circolazione (dalle 8.30 alle 18.30) anche per i veicoli a benzina pre Euro o Euro 1, e per i motocicli pre Euro.

Anche in questo caso, un’apparente contraddizione: se tra i diesel Euro 4 ci sono auto con meno di dieci anni di età, tra i veicoli a benzina Euro 2 molte immatricolazioni sono precedenti.

Ma è evidente proprio l’intenzione di frenare l’utilizzo del diesel (tanto che il divieto, inizialmente previsto per il 2020, è stato anticipato di due anni).

Occhio perciò ai divieti – nell’area urbana –, ai controlli e alle deroghe: possono circolare infatti i lavoratori turnisti, chi accompagna i bambini a scuola, i mezzi con almeno tre persone a bordo.

Nessun problema, invece, per i veicoli a metano, a gpl, elettrici o ibridi.

Per ora, in ogni caso, si tratta di misure prudenziali perché i livelli di Pm10 non hanno raggiunto particolari criticità: a tutt’oggi si registrano 16 sforamenti a Cento, 13 a Villa Fulvia e 14 in corso Isonzo, contro il tetto annuo di sforamenti fissato in 35 giornate sopra la media dei 50 microgrammi per centimetro cubo.

Il piano prevede anche le cosiddette ‘domeniche ecologiche’: si tratta delle prime di ogni mese, con l’eccezione di gennaio (e delle festività a cavallo di Ognissanti).

Anche in questo caso, stop alla circolazione dalle 8.30 alle 19.30, con le stesse deroghe previste nei giorni feriali. Una deroga particolare, prevista dalle ordinanze, riguarda i cittadini meno abbienti, con i redditi Isee inferiori a 14mila euro l’anno, teoricamente non in grado di munirsi di veicoli di ultima generazione.