Quotidiano Nazionale logo
20 apr 2022

‘Sotto le stelle’ della Nuova Darsena

Cinque giorni di concerti con i grandi protagonisti della musica italiana, direzione artistica di Nuccini

fiorenzo baratelli
Cronaca

Torna dal 15 al 19 giugno ’Ferrara sotto le stelle’, rassegna che da oltre un quarto di secolo presenta i grandi protagonisti della scena musicale italiana e internazionale. Dopo il successo dello scorso anno al Parco Massari, la manifestazione, alla 20ª edizione e che dal 2020 vede la direzione artistica di Corrado Nuccini, si trasferisce in uno scenario in bilico fra ambiente naturale, spazio urbano e archeologia industriale, tra il fiume e il centro: la Nuova Darsena, uno dei luoghi ferraresi al centro del processo di rigenerazione urbana.

Questa edizione attraversa i generi più vari, dal cantautorato poetico di Giorgio Poi a quello onirico di Venerus; dalla travolgente festa di Cosmo alle stratificazioni sonore di una band di culto come The Jesus and Mary Chain; dall’energia de ‘La Rappresentante di lista’ al concerto di una band stellare, The Smile. E poi la freschezza dei Bnkr44, la magia evocativa di Matilde Davoli, il sound esorcizzante di Whitemary, la potente delicatezza di Marta Del Grandi e l’inedita miscela sonora di Ibisco. Per cinque giorni di concerti.

Il programma. Il festival si apre mercoledì 15 giugno con una anteprima realizzata in collaborazione con Solido, il coordinamento che riunisce i tre prestigiosi festival emiliano-romagnoli Ferrara Sotto le Stelle, acieloaperto e Arti Vive. Protagonista della serata Giorgio Poi con il suo ultimo album Gommapiuma. In apertura, il vortice poliedrico dei Bnkr44, il collettivo toscano che con l’ultimo lavoro ‘Farsi male a noi va bene’ si conferma tra i nomi più promettenti della nuova onda musicale italiana. Giovedì 16 giugno nella Nuova Darsena arriva Venerus che torna a esibirsi live con ’Estasi degli angeli’. L’opening della serata è affidato a Marta Del Grandi, raffinata cantante e compositrice dall’anima cosmopolita. Presenta il suo debutto solista Until We Fossilize, album avant-pop. Venerdì 17 giugno Ferrara sarà travolta dall’energia di Cosmo, nome di spicco della nuova musica italiana, e del suo ultimo album ‘La terza estate dell’amore’. Il disco evoca le rivoluzionarie vibrazioni delle “Summer of love” del passato ed è il suo manifesto artistico e politico. L’apertura è affidata a Whitemary, uno dei nomi più promettenti della nuova scena elettronica made in Italy. Sabato 18 giugno si esibirà una band iconica che ha rivoluzionato gli anni Ottanta: The Jesus and Mary Chain. Il gruppo scozzese dei fratelli William e Jim Reid fin dagli esordi è stato eletto a band di culto dalla stampa inglese e mondiale. The Jesus and Mary Chain hanno dato vita a un nuovo genere musicale, lo shoegaze. In apertura Matilde Davoli, cantante, chitarrista, compositrice, produttrice e ingegnere del suono dalle radici salentine ma dall’anima e sound internazionale. Con il suo ultimo disco Home conduce in un viaggio sonoro di straordinaria potenza evocativa. Domenica 19 giugno torna ’La rappresentante di lista’, reduce dal successo dell’esperienza sanremese con Ciao ciao. Il progetto fondato dalla cantante Veronica Lucchesi e dal polistrumentista Dario Mangiaracina sarà a Ferrara con un esplosivo live full band in cui porteranno sul palco il loro My Mamma Ciao Ciao Edition. Prima di loro Ibisco, talento bolognese classe 1995, con il suo debut album Nowhere Emilia. Venerdì 15 luglio in piazza Trento e Trieste ‘Ferrara sotto le stelle’ presenta un evento speciale in collaborazione con Ferrara Summer Festival. L’imperdibile live dei The Smile, band formata da Thom Yorke e Jonny Greenwood dei Radiohead insieme a Tom Skinner dei Sons of Kemet. In apertura, Robert Stillman. Media partner: Rockit, Rumore, Noisyroad, Filo Magazine, Web Radio Giardino, Polpetta Magazine

L’indiependente.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?