Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
6 mag 2022

Spacciatori dietro il bancone In manette quattro baristi

I pusher utilizzavano un bar del Rodigino per rifornire anche i clienti del Ferrarese. L’attività era una copertura

6 mag 2022
Una pattuglia dei carabinieri (foto di repertorio)
Una pattuglia dei carabinieri (foto di repertorio)
Una pattuglia dei carabinieri (foto di repertorio)
Una pattuglia dei carabinieri (foto di repertorio)
Una pattuglia dei carabinieri (foto di repertorio)
Una pattuglia dei carabinieri (foto di repertorio)

Arrestati quattro spacciatori del Rodigino, che avevano tra i clienti anche giovani della provincia ferrarese. La vendita di stupefacenti avveniva in un bar di Porto Viro, non molto distante dal basso ferrarese. I controlli effettuati dai carabinieri di Adria hanno consentito di confermare le sospette attività illecite in un locale gestito da uno degli arrestati, noto come ‘il biondo’. I clienti, con la scusa di effettuare una consumazione, acquistavano sostanza stupefacente.

Nel complesso sono 450 le cessioni di sostanza stupefacente documentate nei confronti di clienti provenienti dalle province di Rovigo, Venezia e Ferrara, ed in alcuni casi anche minorenni. È stata così sgominata una vera banda di spacciatori. Nella mattinata di giovedì carabinieri della compagnia di Adria, unitamente al nucleo carabinieri cinofili di Torreglia, a conclusione di un’operazione chiamata ‘silver plate’ hanno eseguito quattro misure cautelari nei confronti di altrettanti soggetti di origine marocchina ritenuti responsabili di detenzione di sostanze stupefacenti all’interno del bar di Porto Viro. L’attività d’indagine, coordinata dal p.m. Maria Giulia Rizzo della procura della repubblica di Rovigo è iniziata nel mese di novembre 2021, quando a seguito di un controllo effettuato in un bar, per inosservanza di un provvedimento di sospensione, è stata rinvenuta della sostanza stupefacente ed un notevole quantitativo di banconote, risultato maggiore rispetto agli incassi dell’attività lavorativa quotidiana.

Nel corso della mattinata di giovedì sono stati arrestati quattro uomini dei quali due sono stati condotti in carcere a Rovigo, uno, con la collaborazione dei carabinieri della Compagnia di Milano Porta Magenta è stato associato al carcere di Milano dove nel frattempo si era trasferito, mentre l’ultimo è stato posto agli arresti domiciliari.

Mario Tosatti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?