Spal, per la panchina spunta mister Troise

L’ex allenatore delle giovanili del Bologna e nell’ultima stagione alla guida della Cavese è il nome nuovo. Tra i papabili resta Baldini

Spal, per la panchina spunta mister Troise

Spal, per la panchina spunta mister Troise

È Emanuele Troise l’ultima idea del club biancazzurro per la panchina della Spal. Un tecnico giovane, con poca esperienza in categoria ma tenuto in grandissima considerazione dai direttori Filippo Fusco ed Emanuele Righi. Anzi, si può dire che la carriera di Troise si sia sviluppata in maniera parallela a quella dei nuovi uomini mercato della società di via Copparo. Basti pensare che nel 1999 Troise era un giovanissimo difensore del Napoli quando Fusco cominciò il percorso dirigenziale proprio nel club partenopeo. Successivamente Troise e Fusco si sono incrociati nel Bologna, nella stagione 2014-15 quando guarda caso al vertice del club era arrivato un certo Joe Tacopina. Troise era un collaboratore tecnico e Fusco il direttore sportivo, poi però Troise è ritornato in rossoblù nei panni di allenatore del settore giovanile, prima dell’under 17 e poi della Primavera, con la quale ha conquistato il prestigioso Torneo di Viareggio. A quel punto per mister Troise si sono spalancate le porte del calcio dei grandi, e la prima chiamata è arrivata nella stagione 2020-21 dal direttore sportivo Righi, impegnato dietro la scrivania del Mantova. In serie C Troise è giunto in decima posizione.

Nella stagione 2021-22 invece il tecnico napoletano ha dovuto attendere novembre per tornare in pista, in serie D sulla panchina della Cavese, dove è rimasto fino a poche settimane fa. A Cava de’ Tirreni l’esperienza di Troise è da considerarsi tanto positiva quanto sfortunata, se si considera che sono arrivati due secondi posti. Anzi, nell’ultima stagione la Cavese aveva chiuso in vetta alla classifica a pari merito col Brindisi, che nello spareggio che metteva in palio la promozione in serie C però l’ha spuntata. La squadra di Troise poi ha perso pure la finale dei playoff contro il Nardò.

Si tratta quindi di un allenatore che gode della stima e della fiducia di Fusco e Righi, che lo considerano pronto per il grande salto in una piazza come Ferrara. È evidente che non è un nome capace di scaldare il cuore dei tifosi, ma a quanto pare possiede le caratteristiche richieste dai direttori e al momento è senza dubbio uno dei candidati più forti in assoluto per la panchina della Spal. Secondo indiscrezioni però ci sarebbero anche altre piste calde top secret, e non è da escludere nemmeno un ritorno di fiamma per Francesco Baldini, l’ex allenatore del Vicenza, con cui c’era stato un incontro la scorsa settimana e che resta sul taccuino dell’area tecnica spallina. Nelle prossime 48 ore sono attesi sviluppi decisivi, con Massimo Pedriali – un nome molto gettonato tra i tifosi spallini – che sarebbe invece destinato a guidare la Primavera.

Stefano Manfredini