Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 mag 2022

"Sportello immigrazione, serve una nuova sede"

Congresso del Siulp, rieletto segretario Parziale: "Valutare cittadella San Rocco"

21 mag 2022
Un agente durante un servizio (archivio)
Un agente durante un servizio (archivio)
Un agente durante un servizio (archivio)
Un agente durante un servizio (archivio)
Un agente durante un servizio (archivio)
Un agente durante un servizio (archivio)

Si è svolto ieri il nono congresso provinciale Siulp Ferrara presso la Caserma Bevilacqua. Occasione durante la quale, oltre al rinnovo delle cariche, è emersa la preoccupazione per la sede dello sportello immigrazione della Questura. La proposta, in questo senso, è quella di valutare gli spazi della cittadella San Rocco e, per il trasfermiento della Questura, all’ex casa del Pellegrino (Inail). Ma andiamo con ordine. Al vertice, è stato rieletto segretario generale Stefano Parziale che sarà affiancato in segreteria da Franco Sitta , Annalisa Tralli, Rita Bighetti e Mirco Amà. A 41 anni dalla sua costituzione, il Siulp con oltre 28mila iscritti è ancora il sindacato più rappresentativo della Polizia di Stato in Italia. Al centro delle tesi congressuali la crisi della sicurezza tradizionale, con "l’ambigua estensione delle competenze del sistema sicurezza ogni qualvolta le istituzioni si trovano impreparate a gestire fenomeni complessi che andrebbero gestiti politicamente e non con l’ordine pubblico, che genera un preoccupante senso di avversione verso le forze di Polizia". Tornando allo sportello immigrazione "grande preoccupazione è emersa per la sorte dello sportello – così il Siulp – per il quale non è ancora stata trovata una collocazione dopo la mancata concessione che lo vedeva occupare dal 2011 gli spazi del Comune. Tra un mese all’utenza che si rivolgerà allo sportello non potrà più essere fissato un appuntamento poiché non si conosce dal primo settembre dove saranno collocati gli uffici". Come appello a tutte le istituzioni, dal congresso è emersa la richiesta di "valutare gli spazi della Cittadella San Rocco, che potrebbero favorire l’accesso dell’utenza straniera e, ad ampio respiro valutare il trasferimento della questura a l’ex Casa del Pellegrino. In caso di mancanza di spazi adeguati gli uffici torneranno in corso Ercole I D’Este dove si dovrà fare i conti con lunghe code".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?