Sulle punte tra palazzi e giardini Danza contemporanea nel verde In scena Maggipinto e Aterballetto

Torna a settembre la storica rassegna del teatro Comunale con prime assolute e anteprime nazionali. Gli spettacoli in cartellone avranno come sfondo luoghi suggestivi come i Diamanti e Schifanoia . .

Sulle punte tra palazzi e giardini  Danza contemporanea nel verde  In scena Maggipinto e Aterballetto

Sulle punte tra palazzi e giardini Danza contemporanea nel verde In scena Maggipinto e Aterballetto

Da settembre la danza contemporanea è a Ferrara, ed entra anche negli spazi verdi e nei palazzi più iconici della città patrimonio Unesco, come palazzo dei Diamanti e palazzo Schifanoia. A seguire, tra ottobre e novembre, il Festival di Danza Contemporanea 2023 torna protagonista al teatro Comunale, con ben tre prime assolute e un’anteprima mondiale (e prima nazionale), quella del nuovo attesissimo lavoro di Wim Vandekeybus. Dopo la festa delle scuole di danza, venerdì 8 settembre al teatro Comunale in cui a esibirsi saranno gli allievi e le allieve del territorio, il Festival di Danza Contemporanea entra nel vivo sabato 9 e domenica 10 settembre con ‘Interno Verde Danza’, rassegna nella rassegna fuori dal teatro ospitata nei luoghi più suggestivi della città, quest’anno alla terza edizione. La manifestazione, in collaborazione con Interno Verde, ospita cinque spettacoli nei cinque palazzi e giardini più belli della città, con più recite al giorno.

A palazzo dei Diamanti Marigia Maggipinto, interprete della compagnia del Tanztheater Pina Bausch, va in scena con ‘Miss Lala al Circo FernandoIn a Room’ (9 e 10 settembre, alle 20.30, 21.30 e 22.30) per la regia di Chiara Frigo: un racconto in tempo reale che fa rivivere, attraverso la danza, quel bagaglio di esperienze umane e artistiche. Per l’occasione, nella giornata dell’8 settembre verrà presentata Miss Lala al Circo FernandoKids, una performance-laboratorio per le nuove generazioni. La Fondazione Nazionale della DanzaAterballetto dialoga con palazzo Schifanoia per ‘Yes, Yes…’, ricreando l’atmosfera della mitica ‘Factory’ di Andy Warhol. La musica ricorda i ritmi dei Velvet Underground ed è stata scritta da Dean and Britta per ‘Most Beautiful’, il film del celebre artista. Coreografia di Diego Tortelli, danzatori Edoardo Brovardi e Vittoria Franchina. A questa performance si aggiunge SoaC di e con Federica Galimberti (che ne cura anche la regia) e Cristiano Buzzi, su musiche di Bach, Tommaso Ussardi e Giuseppe Franchellucci, che le eseguirà al violoncello (spettacoli il 9 e 10 settembre ore 12, 17 e 18.30). Il Comunale è partner del Network Anticorpi XL, la rete italiana dedicata alla giovane danza d’autore (che coinvolge attualmente 38 strutture di 16 regioni e rappresenta una delle più significative buone pratiche della scena italiana).

Parco Pareschi ospita ‘Speeed’ di Parini Secondo e Alberto RiccaBienoise, ispirato al fenomeno della danza Para Para, nata negli anni ‘90 nei club di Tokyo, ballata sull’Eurobeat: uno schiaffo a 160 bpm che lancia il pubblico in una centrifuga di puro e genuino entusiasmo (9 e 10 settembre, ore 11, 17 e 18). In prima assoluta nella Sala della Musica (via Boccaleone 19) va in scena ‘Simbiosi’, incontro tra due individui (Laila Lovino e Melissa Bortolotti) che diventano un unico corpo psichico. Lo spettacolo è coprodotto dal Teatro Comunale di Ferrara (9 e 10 settembre, performance ore 11.30, 16 prova aperta, e 18). Il collettivo Dewey Dell anima le sale del Ridotto del Teatro con ‘Deriva Traversa’. Interprete e coreografa è Teodora Castellucci (9 e 10 settembre, alle 17.30 e 19).