Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
5 giu 2022

"‘Super’, caos e traffico: intervenga Padovani"

La richiesta dei consiglieri provinciali di centrodestra dopo i disagi degli ultimi giorni. Carità: "Anas si impegni a finire i lavori in tempo"

5 giu 2022
Code. sulla Superstrada che collega la città al mare (Archivio Businesspress)
Code. sulla Superstrada che collega la città al mare (Archivio Businesspress)
Code. sulla Superstrada che collega la città al mare (Archivio Businesspress)
Code. sulla Superstrada che collega la città al mare (Archivio Businesspress)
Code. sulla Superstrada che collega la città al mare (Archivio Businesspress)
Code. sulla Superstrada che collega la città al mare (Archivio Businesspress)

Caos e traffico sulla Ferrara-Mare risvegliano la politica. Tant’è che i consiglieri provinciali del centrodestra chiedono espressamente che il presidente della Provincia Gianni Michele Padovani prenda in mano la situazione. "Ancora promesse non mantenute a scapito del nostro turismo – attaccano i consiglieri del centrodestra – . La stagione estiva è cominciata e, parallelamente, tornano gravissimi i problemi di viabilità verso il mare". Secondo gli esponenti della minoranza "a nulla sono serviti i tentativi di dialogare con Anas per una gestione intelligente dei lavori, a nulla sono valse le promesse di minimizzare l’impatto negativo dei mesi scorsi". A questo punto, incalzano, " è necessario un passaggio ulteriore, un impegno comune che ci permetta come enti territoriali di ottenere da Anas nuove garanzie e nuove strategie di contenimento del danno. Il nostro territorio nel 2022 non può continuare ad essere vittima sacrificale della mancanza di infrastrutture e di una cattiva organizzazione della manutenzione".

La protesta dei consiglieri nasce dal fatto che, nel week end più importante di inizio stagione, si sono ripresentati i soliti problemi con code chilometriche. "Come migliaia di automobilisti costretti in coda per ore sotto il sole ci dimostrano – riprendono i rappresentanti del centrodestra in Provincia – la situazione non è ulteriormente tollerabile e nei prossimi giorni ci attiveremo per ottenere nuovamente un incontro tra Anas e gli enti interessati tra cui la Provincia di Ferrara che deve porsi come garante chiedendo la sottoscrizione di un accordo che preveda garanzie per i turisti o eventuali indennizzi per le attività". L’idea della minoranza, in questo senso è quella di coinvolgere le "associazioni di categoria che saranno interessate: non si può stare a guardare mentre la stagione parte in tutta la riviera e Ferrara rischia ancora una volta di essere penalizzata".

"Anas aveva promesso lo stop dei cantieri nella stagione estiva e la conclusione della maggior parte dei lavori tra la fine di maggio e la metà di giugno – spiega Francesco Carità, consigliere provinciale centrodestra – e a questo punto è fondamentale porsi delle domande: la conclusione dei lavori è imminente? Il fermo cantieri per l’estate è garantito? Ma soprattutto: possibile che non esistano soluzioni alternative che rendano meno impattante i lavori stradali sul flusso di turisti?". Domande a cui sicuramente c’è la necessità di dare una risposta. L’azienda che si occupa dei cantieri sulle strade, proprio al Carlino, ha spiegato che per accelerare i tempi degli interventi, verranno presto istituiti i turni di notte. La speranza di tutti è che i danni alle attività del litorale, siano sempre più ridotti.

f. d. b.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?