"Talmelli si prepara al matrimonio con i 5 Stelle"

Quindi se Moni Ovadia straparla dal palco del Movimento 5 Stelle dando voce alla più becera propaganda filo putiniana, secondo Talmelli (Pd) nessuno si deve permettere di criticarlo. Se invece chi come me si permette di farlo, allora ricorda “tempi bui” e ricorre a “metodi antidemocratici”. Quando invece a chiedere le dimissioni sono quelli del Pd solo perché non piace loro qualche frase pronunciata da un esponente di destra (lo fanno praticamente ogni giorno: da Crosetto a Piantedosi, da Valditara a Del Mastro a Donzelli), allora si tratta di un legittimo esercizio di critica politica. Niente di nuovo, si sa che a sinistra c’è sempre qualcuno più uguale degli altri. La verità è che il Pd sta scivolando su posizioni sempre più massimaliste. Non è un caso che dopo la partecipazione della segretaria del Pd alla manifestazione, molti esponenti riformisti abbiano manifestato il loro disagio e autorevoli personalità come Alessio D’Amato (candidato governatore del Lazio per la sinistra) abbiano riconsegnato la tessera. Talmelli invece non sembra avere dubbi. Ha già sposato la linea della nuova segretaria e si prepara al matrimonio con i 5 Stelle. Non sarà che il Papa straniero che Pd e Grillini stanno cercando tanto disperatamente sia dietro l’angolo? Anzi, dietro l’angolo... dei 4S.

senatore Alberto Balboni

(FdI)