Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
25 mag 2022

Un aiuto per le mamme in difficoltà

L’associazione tra le Fondazioni di origine bancaria in campo per il Servizio accoglienza alla vita (Sav)

25 mag 2022
Un momento della cerimonia
Un momento della cerimonia
Un momento della cerimonia
Un momento della cerimonia
Un momento della cerimonia
Un momento della cerimonia

Sono già quattro anni che l’Associazione tra le Fondazioni di origine bancaria dell’Emilia-Romagna sostiene progetti di volontariato e assistenza alle categorie più deboli, grazie ad un fondo “di Solidarietà” deliberato dalle fondazioni regionali per interventi comuni. Questa dotazione, segnale importante dei valori di vicinanza e solidarietà che da sempre ispirano l’attività delle Fondazioni di origine bancaria, permette di intervenire in quei territori dove il contributo delle Fondazioni bancarie, referenti territorialmente, non esiste più o si è ridotto significativamente a causa della crisi delle banche conferitarie. Questo fondo è costituito attraverso un accantonamento annuale da parte delle Fondazioni dell’Emilia Romagna di un importo pari allo 0,30% dell’avanzo di gestione. Inoltre, tutte le fondazioni italiane tramite Acri, concorrono all’iniziativa con un importo pari al 50% della quota che le fondazioni della regione sono chiamate a versare al Fondo nazionale iniziative comuni. A marzo 2021 l’Associazione tra le Fondazioni di origine bancaria dell’Emilia-Romagna ha deliberato una dotazione che per i progetti del 2021 ha superato i 450mila euro. Tra gli 8 progetti accolti sul territorio ferrarese, per complessivi 150mila euro, 14mila sono stati assegnati all’associazione Sav (Servizio Accoglienza alla Vita) a sostegno di interventi nella propria sede e per l’acquisto di beni di consumo per mamme in difficoltà. A Ferrara il Sav opera dal 1988 con l’obiettivo di aiutare, fin dalla gravidanza, mamme indigenti e i loro bambini fino ai 6 anni di età, con un notevole incremento degli assistiti nell’ultimo periodo, arrivando a seguire attualmente circa 300 famiglie.

Oltre alle spese vive per l’assistenza – per lo più acquisto di latte e pannolini – l’associazione aveva necessità di eseguire lavori di ammodernamento alla sede, lavori che sono stati inaugurati martedì 17. E’ stata apposta una targa a memoria del sostegno ricevuto dall’associazione tra Fondazioni di origine bancaria dell’Emilia Romagna, per il tramite di Fondazione Estense, alla presenza del presidente della Fondazione Estense avvocato Giovanni Polizzi, del segretario generale Marianna Pellegrini e della presidente del Sav dott.ssa Alessandra Cescati Mazzanti, che ha voluto esprimere a nome delle volontarie "il più profondo ringraziamento agli enti coinvolti per il generoso contributo".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?