Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
16 giu 2022

Un fine settimana all’insegna delle antiche danze

16 giu 2022

‘La meraviglia ohimè degli intermedi’ è il titolo dell’evento in programma sabato dalle 20.30 e per tutta la giornata di domenica a Palazzo Costabili, a cura della Contrada di Santa Maria in Vado in collaborazione con l’associazione culturale Bal’danza, il Museo archeologico nazionale di Ferrara e con il patrocinio e il sostegno del Comune di Ferrara e dell’Istituto di studi rinascimentali. All’incontro di presentazione dell’evento sono intervenuti il vicesindaco e assessore con delega al Palio Nicola Lodi, il presidente della Contrada Giovani Bellini, la responsabile degli eventi per la contrada Rossella Pescerelli, la presidente dell’associazione culturale Bal’danza Valeria Borasio e il direttore del Museo Archeologico nazionale di Ferrara Tiziano Trocchi.

L’evento si svolgerà sabato dalle 20.30 nel cortile di palazzo Costabili, sede del Museo Archeologico nazionale di Ferrara, e consisterà in un banchetto con intermedi di danza e musica con performance del Gruppo danza l’unicorno e momenti prettamente musicali, a cura dell’ensemble ‘La Pifarescha’, per poi continuare per l’intera giornata di domenica (dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30), nella ‘Sala delle Carte’ di Palazzo Costabili con una giornata di studi dedicata alla danza: ‘La danza a Ferrara: Iupiter visioni a confronto’, presieduta dal drammaturgo e docente di Storia della danza all’Università di Torino Alessandro Pontremoli. La tavola rotonda vedrà gli interventi di Cecilia Nocilli (Università di Granada), Letizia Dradi (docente di danza antica), Laura Fusaroli Pedrielli (docente di danza antica), Lucio Paolo Testi (docente di danza antica) e Gloria Giordano (dell’Accademia nazionale di danza).

"Un impegno importante – ha sottolineato il vicesindaco e assessore al Palio Nicola Lodi – quello messo in campo dalla contrada insieme con l’associazione Bal’danza e con la collaborazione del Museo archeologico nazionale, che ci consentirà di vivere una serata di altissimo livello. Le contrade sono un arricchimento e un collante di tantissimi aspetti sociali, all’interno delle quali convivono bambini, famiglie, nonni, giovani e adulti, che trovano motivazione e accoglienza dei diversi talenti personali e che ringrazio per tutto l’impegno e l’energia che mettono a disposizione della comunità".

Lauro Casoni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?