Una casa della musica da due milioni: "Sorgerà al posto dell’ex caserma"

Mesola, il sindaco: "L’avvio dei lavori è previsto in giugno e la conclusione nei primi mesi del 2025" "La struttura sarà un punto di riferimento per la promozione sociale e per l’aggregazione giovanile".

Una casa della musica da due milioni: "Sorgerà al posto dell’ex caserma"

Una casa della musica da due milioni: "Sorgerà al posto dell’ex caserma"

La ‘Casa della Musica’ nei locali dell’ex caserma dei carabinieri. È questo il progetto che sarà realizzato a Mesola, nell’ambito della strategia Stami (Strategie territoriali per le aree interne e montane) che è stata presentata mercoledì nella sala del consiglio provinciale di Ferrara alla presenza dell’assessore regionale Igor Taruffi e dei sindaci dei nove Comuni dell’Area Interna Basso Ferrarese. Il finanziamento ricevuto dal Comune di Mesola per la realizzazione della’ Casa della Musica’ è pari a 2.060.000 euro, con una compartecipazione di 300mila euro. Il progetto prevede la ridefinizione dello spazio urbano attraverso un intervento che valorizzi l’ex caserma dei Carabinieri di Mesola e l’area circostante, e che conseguentemente raccordi le aree di Piazza della Vittoria, del Castello Estense e di tutta via Mazzini, via Scanno, realizzando un’area centrale che si pone come potenziale luogo di animata attività culturale di ampio respiro: un punto di riferimento per la promozione sociale, in grado di porsi come attivatore culturale per l’intera città. Per ciò che concerne l’ex Caserma, gli interventi previsti saranno la pulitura delle facciate, il consolidamento delle superfici murarie, il ripristino della sezione del muro con malte di calce idraulica o di resine consolidanti. Si provvederà inoltre al ripristino di cornici e lesene deteriorate. Anche in questo caso l’obiettivo è quello di realizzare una ristrutturazione di un edificio storico, tradotto comunque in chiave contemporanea per quanto riguarda la sua efficienza energetica. Obiettivo della ridefinizione fisica di via Mazzini e della ristrutturazione dell’ex Caserma dei Carabinieri è quella di far ritrovare la consuetudine del passeggiare e del ritrovarsi nel centro cittadino, anche tra giovani. Ripensare il centro cittadino come luogo di socializzazione. "Con la riqualificazione dell’immobile dell’ex caserma dei carabinieri di Mesola – dichiara il sindaco Padovani – si conclude uno dei cardini del programma di mandato, mettendo a disposizione della comunità un luogo di ritrovo per tutti i cittadini, dove sarà possibile educarsi alla musica, predisporsi all’ascolto e socializzare". Il cronoprogramma prevede l’avvio dei lavori nel giugno del prossimo anno e la conclusione nei primi mesi del 2025.

Valerio Franzoni