Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
15 giu 2022

Vasto incendio distrugge un tetto con pannelli solari

Ci sono volute ore ai vigili del fuoco per domare il rog in una villetta di via Marina

15 giu 2022
Vigili del fuoco in azione per spegnere il rogo che ha devastato un tetto coperto da pannelli solari, nell’abitazione privata accanto a un’azienda ittica
Vigili del fuoco in azione per spegnere il rogo che ha devastato un tetto coperto da pannelli solari, nell’abitazione privata accanto a un’azienda ittica
Vigili del fuoco in azione per spegnere il rogo che ha devastato un tetto coperto da pannelli solari, nell’abitazione privata accanto a un’azienda ittica
Vigili del fuoco in azione per spegnere il rogo che ha devastato un tetto coperto da pannelli solari, nell’abitazione privata accanto a un’azienda ittica
Vigili del fuoco in azione per spegnere il rogo che ha devastato un tetto coperto da pannelli solari, nell’abitazione privata accanto a un’azienda ittica
Vigili del fuoco in azione per spegnere il rogo che ha devastato un tetto coperto da pannelli solari, nell’abitazione privata accanto a un’azienda ittica

PORTO GARIBALDI

Un vasto incendio ha coinvolto, ieri a Porto Garibaldi l’abitazione dei proprietari dell’azienda ittica "Mare Nostrum", in via Marina. I pannelli solari, che ricoprivano il tetto della struttura, sembra siano la causa dell’incendio che ha visto scattare, attorno alle tredici il tempestivo intervento dei vigili del fuoco di Porto Garibaldi. Giunti sul posto si sono resi subito conto della gravità della situazione poichè il lancio della sola acqua non avrebbe mai spento l’incendio, scivolando sulla copertura e così hanno chiamato i rinforzi giunti da Codigoro, da Portomaggiore ed anche un’autoscala, grazie alla quale l’acqua veniva sparata dall’alto, un carroschiuma, ed un carro aria, per consentire il ricambio in caso di bisogno delle bombole che indossano i vigili per non rischiare l’intossicazione. Fra le ipotesi l’eccessivo riscaldamento del tetto in legno, causato dal calore prodotto dagli stessi pannelli solari e fra le difficoltà allo spegnimento l’impossibilità di rimuovere le tegole, poichè l’acqua scivolava a terra e sulla copertura degli stessi pannelli solari. Straordinario l’impegno profuso da quasi ventina di vigili del fuoco per cercare di rimuovere le tegole e consentire così all’acqua di raggiungere il tetto. Grazie alla loro bravura è stata salvata l’azienda che ha potuto continuare anche a fruire della corrente elettrica. Claudio Castagnoli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?