Al lavoro (immagine di repertorio)
Al lavoro (immagine di repertorio)

Ferrara, 19 febbraio 2019 - Un calo delle vendite nell’area europea. È questo il motivo che porterà nuova cassa integrazione alla Fca-Vm Motori di Cento. L’ammortizzatore sociale coinvolgerà circa 260 lavoratori dell’area tecnica (dipendenti che non sono attualmente interessati dai Contratti di solidarietà che scadranno a giugno) per quattro giorni a marzo. Ieri, i dirigenti dello stabilimento hanno incontrato su tavoli disgiunti i sindacati firmatari del Contratto specifico di lavoro (Fim Cisl, Uglm, Uilm, Fismic, Aqcf) da una parte, e la Fiom Cgil dall’altra.

LEGGI ANCHE Vm, cassa integrazione per tutto il mese di ottobre

«Ci è stato confermato ciò che era stato già preannunciato nelle scorse settimane. Secondo quanto ci è stato spiegato – afferma Marco Rabboni, responsabile provinciale settore auto della Uglm – si tratta di un provvedimento che sarà assunto in tutti gli stabilimenti Fiat Chrysler Automobiles dell’area Emea (Europa, Medio Oriente, Africa). Non solo a Cento. Saranno coinvolti i dipendenti dell’area tecnica, 167 impiegati e 93 operai, che non rientrano nei contratti di solidarietà». Sul fronte dei contratti di solidarietà, a marzo si terrà un ulteriore incontro tra la dirigenza dello stabilimento di via Ferrarese e le organizzazioni sindacali, «nel corso del quale – prosegue Rabboni – cercheremo di capire quante saranno le giornate effettive di lavoro».

La certezza è che questo ammortizzatore è stato previsto sino a giugno, mese nel quale dovrebbe essere lanciato il nuovo motore diesel V6 che andrà ad equipaggiare diverse vetture del gruppo Fca, in particolare quelle destinate al mercato statunitense cui Vm Motori guarda. Le realizzazione del nuovo propulsore dovrebbe garantire ossigeno all’azienda che sta vivendo un momento complesso che lavoratori, mondo delle istituzioni e sindacati auspicano possa volgere quanto prima al termine. Oltre alle questioni interne, c’è attesa anche per la conclusione della trattativa per il rinnovo del Contratto specifico di lavoro aperto all’Unione industriali di Torino, dove le organizzazioni sindacali continuano a spingere per avere un adeguamento salariale e ulteriori benefici per i dipendenti del gruppo Fca, compresi i 1.200 che lavorano in Vm Motori. L’azienda centese, tra l’altro, è oggetto di importanti investimenti che stanno interessando la struttura, dove si sta realizzando un nuovo ingresso con portineria su via Risorgimento, e, nei prossimi mesi, prenderà corpo una riqualificazione complessiva nell’area della palazzina storica che dà su via Ferrarese.