FEDERICO DI BISCEGLIE
Ferrara

Pedibus e prescuola: a Ferrara aumentano le iscrizioni, centinaia le richieste

I servizi sono oggetto di una gara di affidamento per la gestione dei servizi: ecco come partecipare

L'assessore alla Pubblica Istruzione, Dorota Kusiak

L'assessore alla Pubblica Istruzione, Dorota Kusiak

Ferrara, 26 giugno 2023 – Introdotto due anni fa in via sperimentale, negli anni ha avuto richieste crescenti tanto che, da quest’anno, il servizio comunale Pedibus, per accompagnare i giovani studenti a scuola è al centro di una gara pubblica per l’affidamento.

Gara estesa anche alla gestione delle attività dedicati ai bambini prima dell’avvio delle lezioni. La procedura di selezione è in corso, sul portale appalti del Comune. Il bando - pubblicato nei giorni scorsi - sarà aperto fino al 21 luglio, con aggiudicazione il 25. L’importo a base di gara è di 746.362 euro per la copertura dei prossimi tre anni scolastici. La cifra tiene conto del coinvolgimento di coordinatori organizzativi, di circa 50 educatori per il pre-scuola (per 8750 ore annue di lavoro) e di 10 per il Pedibus (per 1050 ore annue complessive di lavoro), della formazione del personale.

Come spiegato nella relazione tecnica, il soggetto appaltatore curerà il servizio di prescuola (che garantisce la custodia, la sorveglianza e l'assistenza dei minori nella scuola dell’infanzia e primaria statale) in 30 scuole primarie e 2 scuole dell’infanzia statali cittadine e il Pedibus, che prevede l’assistenza e la sorveglianza degli alunni delle elementari che si recano a scuola a piedi, secondo percorsi prestabiliti. I giovani sono organizzati in piccoli gruppi, accompagnati da personale, con l’ eventuale collaborazione delle famiglie e di volontari. Ogni ‘linea’ ha un proprio itinerario che parte da un capolinea, segue un percorso stabilito e raccoglie i bambini-passeggeri alle varie fermate predisposte lungo il cammino, rispettando gli orari prefissati. Un servizio in continua fase di espansione che, nell’anno scolastico appena trascorso, ha visto la presenza di 60 bambini, con centinaia di richieste di famiglie interessate. “Alla base della scelta del bando c’è quindi - sottolinea l’assessore Dorota Kusiak - la volontà di portare a compimento il progetto per contribuire a corrispondere a un’esigenza diffusa e per potenziare sempre più le iniziative di mobilità sostenibile nella nostra città”.

L’assessore sottolinea che “proprio ascoltando le richieste dei genitori abbiamo introdotto il pre-scuola anche nelle scuole d’infanzia, potenziando così le risposte”. Inoltre - dice l’assessore - “la condivisione del tragitto casa-scuola e le attività precedenti all’avvio delle lezioni sono anche un’ulteriore e ottima opportunità di socializzazione per i ragazzi, di educazione ambientale e al rispetto dei beni della comunità e rappresentano un prezioso servizio per le famiglie che hanno la necessità di affidare i propri figli a personale qualificato in un orario che consenta di potersi recare al lavoro in tempo utile”.