Argenta (Ferrara), 21 aprile 2018 - Aziende che crescono, che danno lavoro e sviluppo economico nel territorio. Ne è un esempio la ditta Ruggiero di San Biagio, leader nazionale del settore, che gestisce un frigo per la raccolta e commercio all’ingrosso di patate e cipolle. Una ditta in fase di espansione, con in vista l’ampliamento della struttura industriale e che prevede, entro il prossimo ottobre, la realizzazione di una nuova centrale frigorifera e magazzini di stoccaggio. E’ prevista l’assunzione di 30-40 operai ed impiegati, un’operazione che porterà gli iscritti a libro paga dagli attuali 80 a circa 110-120 unità.

Un numero che, comprese le altre due sedi di Sabaudia e in Abruzzo, lieviterà sino ad oltre 200 dipendenti. L’impianto, come si legge nella delibera dell’Unione dei comuni Valli e Delizie, riveste un ruolo «di importante valenza per la filiera agroalimentare, il tessuto economico ed occupazionale del territorio». Un beneficio che va comunque oltre i confini delle comunità locali, ruotando attorno ai trasporti, alla grande distribuzione, alla qualificazione imprenditoriale, ai nuovi mercati.

Nel 2010 il titolare Antonio Ruggiero ha acquisito lo stabilimento dalla «Bandini srl», che trattava però frutta e verdura. «Da allora – spiega – ho investito tantissimo: dall’acquisto alla ristrutturazione; dalla bonifica di 8000 metri quadrati di amianto al rinnovo degli impianti; servizi organizzativi e tecnologici; tutela della salute e sicurezza. Il personale è salito di 70 unità. Ed ora con questo progetto ne sono in arrivo un’altra trentina. Ma non ho mai ricevuto contributi pubblici». Molto forte è il rapporto con i coltivatori. «Che – precisa Ruggiero – assistiamo e sosteniamo con nostri tecnici: dal momento della semina sino alla quantificazione dei prezzi».