Cento (Ferrara), 20 giugno 2016 - Fabrizio Toselli è il nuovo sindaco di Cento. Il candidato delle liste ‘Cento civica’ e ‘Idea in Comune’ ha sbaragliato il proprio concorrente, Diego Contri che era alla guida della coalizione formata da Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia e dalla liste civiche ‘Progetto Centese’ e ‘Noi Che’.

I numeri parlano chiaro: l’ex primo cittadino santagostinese ha ottenuto 54,07% delle preferenze (8.218 voti), contro il 45,93 % del proprio avversario (6.981 voti), quasi dieci punti percentuali di differenza tra i due sfidanti. È stata una serata di passione per i gruppi a sostegno dei due candidati che, alla chiusura dei seggi alle 23, si sono rinchiusi nelle sedi elettorali in via Guercino nell’attesa dei primi dati che sono arrivati velocemente. 

Già dopo 16 seggi, che vedevano avanti Toselli, nella sede dell’ex primo cittadino di Sant’Agostino sono cominciate le prime esultanze. E ad ogni seggio favorevole al candidato, scattava un urlo di gioia da parte dei presenti. Il candidato, invece, come rito scaramantico, ha preso l’automobile per fare un tour per le vie centesi e fino all’arrivo degli ultimi dati non si è presentato. Sportivamente, attorno a mezzanotte, Diego Contri, accompagnato da Emanuele Boccafoglia (coordinatore di Progetto Centese) si è presentato nella sede degli avversari per complimentarsi per il risultato ottenuto: un gesto che è stato apprezzato dai presenti, che lo hanno salutato con un applauso. 

All'arrivo di Toselli è scattata la festa, incontenibile, da parte dei suoi sostenitori. Il nuovo primo cittadino ha stappato una bottiglia di spumante, prima di trasferirsi in piazza Guercino per continuare con i festeggiamenti. «Ci aspettano cinque anni bellissimi, impegnativi – ha dichiarato a caldo il vincitore, attorniato da decine di elettori e sostenitori –. Siamo carichi e fiduciosi. Siamo pronti a metterci subito al lavoro per rilanciare Cento e le sue frazioni. Pensiamo già a domani. La gente si renderà contro del cambiamento che porteremo sul territorio». 

Toselli ha ringraziato sia i cittadini che gli hanno dato la loro fiducia, sia quelli che non lo hanno fatto e sono andati comunque a votare: «Sarò sindaco di tutti». E ha annunciato che il primo Consiglio comunale si terrà in piazza, «perché vogliamo rendere partecipi le persone di questo cambiamento e vogliamo che i cittadini comincino a conoscere la nostra amministrazione. Da subito». Unica nota stonata di queste elezioni è stata l’affluenza, che è stata del 56,71 % (15.747 votanti su 27.770). 

C’è stato un forte calo rispetto al primo turno, quando alle 23 si registrò un 65,10 % . Già dal mattino la risposta degli elettori non è stata entusiasmante: a mezzogiorno si erano recati al voto il 14,54 % degli aventi diritto (4.039 cittadini su 27.770), circa il 6 % in meno rispetto al primo turno. In serata (alle 19) i numeri sono ancora piuttosto bassi: 42.92% (11.920 votanti), contro il 50,91% registrato al primo turno.