Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Elezioni 4 marzo, Sandra Zampa fuori. "Sconfitta sul tema migranti"

La prodiana di ferro fa i conti. "Mi è sempre stato chiaro che il collegio ferrarese non era blindato"

Ultimo aggiornamento il 5 marzo 2018 alle 18:59
Sandra Zampa, sconfitta nella corsa al Senato

Ferrara, 5 marzo 2018 – Poco meno di 12.550 voti: tanto pesa la storica esclusione della prodiana di ferro, Sandra Zampa dal Senato. La deputata uscente del Pd era in corsa al collegio uninominale 3 Ferrara-Imola ed è stata battuta con il 30,7% dall'esponente di Fratelli d'Italia, Alberto Balboni, che ha raccolto il 34,3%.

I risultati a Ferrara e provincia: sconfitto Franceschini

Questa sconfitta Matteo Renzi "ha moltissime responsabilità", attacca l'ex portavoce di Romano Prodi, perché – aggiunge – è una batosta che "viene da lontano perché un Paese che si spacca cosi' e sceglie i 5 Stelle, dopo le prove che hanno dato, dimostra di non avere fiducia in se stesso. E quindi o si vendica, ma non si di chi, oppure sceglie vie che si riveleranno presto di comodo e sbagliate".

Emilia Romagna choc: il Pd non è più primo partito

"Abbiamo pagato la divisione da Liberi e uguali- afferma Zampa - sommando i loro voti, sarei stata sopra un punto". Senza la scissione a sinistra, dunque, "oggi racconteremmo un'altra storia, perché in Emilia-Romagna LeU aveva radici più forti. Hanno ottenuto un risultato miserevole a livello nazionale, ma qui hanno messo in discussione noi, la coalizione di centrosinistra".

Poi la Zampa si toglie qualche sassolino dalle scarpe sul suo collegio ferrarese. "Mi è sempre stato chiaro che se il Pd fosse sceso sotto una certa soglia a livello nazionale, quel collegio sarebbe stato a rischio", chiarisce. Lo dimostra il fatto che i voti nella parte del collegio che comprende Imola e i Comuni della cintura bolognese, ovvero "nella roccaforte rossa, non sono stati sufficienti a riempire un buco grandissimo di consenso a Ferrara e provincia".

E qui entra in gioco il tema dei migranti. "Questa onda che ha vinto e che ha come propulsione l'immigrazione - sottolinea Zampa - nel ferrarese aveva già sfondato. Ricordo che parliamo di zone come Goro e Comacchio, dove il tema dell'accoglienza non ha trovato un motivo caro. E nell'opinione pubblica è passato il messaggio che il Pd è il partito che apre le porte e basta, quando non è cosi'. Gli elettori se ne accorgeranno".

A Gorino la Lega Nord arriva al 43%

Tutti i risultati in Emilia Romagna e a Ferrara e provincia: Senato - Camera

Tutti i risultati nazionali: Senato - Camera

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.