Ferrara, 5 marzo 2018 - A Gorino, paese del delta del Po nel Comune di Goro (Ferrara), che un anno fa divenne famoso per le barricate (FOTO) che un gruppo di residenti aveva fatto per impedire l’arrivo di un gruppo di profughe, stravince la Lega Nord, che alla Camera, ha raggiunto il 43,5% con Maura Tomasi, la candidata della coalizione, fresca di elezione, il 68%.

Il ministro della cultura Dario Franceschini si è fermato al 13%, superato anche dal candidato del Movimento 5 Stelle, arrivato al 18%.

Elezioni 4 marzo, Sandra Zampa. "Sconfitta sul tema migranti"

Anche nel Comune di Goro, di cui Gorino è una frazione, e che comunque non è mai stato una roccaforte della sinistra, c’è stato un exploit della Lega che ha raggiunto il 34,6%, con la coalizione di centrosinistra al terzo posto, molto distanziata anche dal Movimento 5 Stelle.

Gorino, diventa mamma una delle migranti respinte