Ferrara, 20 aprile 2018 - Procura della Repubblica, Corte dei Conti e Autorità nazionale per l’anti-corruzione: sono i destinatari dell’esposto che Raffaella Sensoli, consigliera regionale del MoVimento 5 Stelle, ha presentato in questi giorni riguardo al caso «del buco da oltre 100 milioni di euro che riguarda la realizzazione dell’ospedale di Cona» e che tanto aveva fatto discutere nei mesi scorsi quando il consigliere pentastellato denunciò pubblicamente l’esistenza del consistente ammanco.

«I chiarimenti che ci aspettavamo da parte della Regione non sono mai arrivati, anzi. Le risposte che ci sono state fornite non hanno fatto altro che confermare la nostra tesi».